A

1ª lettera dell'alfabeto latino, greco e italiano

Citazioni sulla lettera A.

  • A. Prima lettera di ogni alfabeto che si rispetti. (Ambrose Bierce)
  • Chi ha detto a, non deve necessariamente dire b: può anche riconoscere che a era sbagliato. (Bertolt Brecht)
  • Essere se stessi, ma anche legati agli altri: come la «a» rimane «a», ma se tra due «a» inserisco una «m» ho trovato la possibilità di dire come mia moglie mi pensa, e ho dato un senso a due «a» che altrimenti, da sole, non l'avrebbero avuto. (Disputa su Dio e dintorni)
  • Il bugiardo è un essere maraviglioso, proprio con la "a". (Roberto Benigni)
  • Sono sempre io. "A" e "A", il primo e il secondo. Io mi chiamo Albain. Vede, io ho un figlio. L'altra "A" doveva essere lui. Ha voluto fare l'avvocato. Per me è un degenerato e gli ho portato via la "A"! (Capricorn One)
Lettera A dall'Alfabeto floreale dei principi (O. Adelborg, 1892)

Proverbi italianiModifica

  • All'A tien dietro il B nel nostro abbicì.
  • Chi dice A arrivi fino alla Z.
  • Chi dice A deve dire anche B.

Altri progettiModifica