Śaṅkara

teologo e filosofo indiano
(Reindirizzamento da Śaṅkarācārya)

Śaṅkara, Śaṅkarācārya, Śaṃkara, anche Adiśaṅkara o, nell'adattamento anglosassone, Shankara (788? – 820?), teologo e filosofo indiano.

  • All'infuori del brahman non vi può essere altra causa materiale dell'universo. Ne consegue che non vi è che il brahman e null'altro. (Aparokṣānubhūti, 23-28, traduzione di Gianluca Magi, in "Enciclopedia filosofica", vol. 10, Milano, Bompiani, 2006, p. 10052)
  • Il Brahman è reale; il mondo è un'apparenza illusoria, la cosiddetta anima è lo stesso Brahman e nient'altro. (citato in AA.VV., Il libro delle religioni, traduzione di Anna Carbone, Gribaudo, 2017, p. 119. ISBN 9788858015810)
  • La verità pura dell'atman, che è celata sotto la maya, [...] si può raggiungere con la meditazione, la contemplazione e altre discipline spirituali come può prescrivere un conoscitore del Brahman... (citato in AA.VV., Il libro delle religioni, traduzione di Anna Carbone, Gribaudo, 2017, p. 121. ISBN 9788858015810)
Statua di Śaṅkara

Altri progettiModifica