Statua piangente

Citazioni sulle statue piangenti.

  • – Allora venite solo voi, signora Assunta?
    – Per forza, don Pietro, chella Patrizia tene a criatura, a chi 'a lascia?
    – E i giovanotti?
    – No, grazie padre, io parto.
    – Vince'?
    – Cioè, dove? Je nun saccio niente...
    – Come non sa niente, bugiardo! Je te l'aggia ditto, a vedere la Madonna che piange.
    – M'è ditto a me da Madonna che chiange? Ma quanno mai!!
    – A verità è che a te non ti smuovono nemmeno i miracoli!
    – Eh no, non parliamo di miracoli, il vescovo non si è ancora pronunciato e poi c'è la dichiarazione di un professore di Napoli il quale ha detto che le lacrime potrebbero essere la trasudazione del legno stesso avvenuta per un improvviso cambiamento di temperatura.
    – E guarda a cumbinazione stu legno trasudava proprio al posto degli occhi [...] Ce vulesse parla' je cco sto professore.
    – Va bene, poi si vedrà. Allora venite solo voi?
    – Sì.
    – Vince'?
    – No padre, cioè l'ho detto già, non è per cattiveria che non voglio venì, è nu periodo che proprio non.. loro lo sanno. Mi sento abbattuto, triste, non lo so, nun c' 'a faccio a vede' altra gente che piange, veramente...
    – Come gente? A' Madonna che è, gente?
    – No, che c'entra, mica voglio dire che la Madonna è.. nun c'ha facc, è nu fatt mio, cioè so' io che sto così, e voglio vede' gente nu pocu cchiù... ca se fa... Sinceramente, se rideva ci venivo.
    – Sì, la Madonna rideva...
    – Perché? Sempre miracolo è. Cioè na statua o ride o piange è nu miracolo. Però non lo so, pare che.. uno che va a vere' te miette... Non lo so, secondo me era meglio pure per voi, perché accussì o professore e' Napoli s'aveva sta' sulu zitto, perché il legno può trasudare mica può ridere. Si è mai visto un albero o una sedia che per improvviso cambiamento di temperatura: "Ahahah!" L'albero cca seggia: "Hai visto? È cambiato il tempo!" No, perché è impossibile. (Scusate il ritardo)
  • Flavio amava vedere le folle che si radunavano davanti a questa o a quella statua piangente, lacrime o sangue. Folle e folle in venerazione ascetica e aprioristica, la cui mente pareva immune al pensiero critico. (Caparezza, Saghe mentali)
  • «Nelle lacrime di una mamma, li c'è il dolore della Vergine». Per veder piangere la Madonna non è necessario far molta strada, né interrogare questi o quelli che hanno veduto alla Salette, a Fatima, a Siracusa... Ogni qualvolta vedo una mamma piangere — ed è un fatto di tutti i giorni — vedo piangere la Madonna. (Primo Mazzolari)
  • Umani! Vivevano in un mondo in cui l'erba era sempre verde, il sole sorgeva ogni giorno e i fiori si trasformavano regolarmente in frutti, e cosa li colpiva? Statue piangenti. (Terry Pratchett)

Altri progettiModifica