Differenze tra le versioni di "Parigi"

632 byte aggiunti ,  1 anno fa
*Se [[Roma]] ti ha fatto scrivere l' ''Ora di Barabba'', Parigi t'ispirerebbe l' ''Ora di Lucifero'' — o forse l' ''Ora d'Iddio''. Perché Parigi, in fondo, è più morale e cattolica di quel che non si creda da lontano. La maggior parte della gente è massa borghese che lavora dalla mattina alla sera per guadagnar soldi — l'Industria del Vizio fa parte dell'Industria dello Straniero ed è esercitata in gran parte da stranieri. ([[Giovanni Papini]])
*Se hai avuto la fortuna di vivere a Parigi da giovane, dopo, ovunque tu passi il resto della tua vita, essa ti accompagna perché Parigi è una festa mobile. ([[Ernest Hemingway]])
*Senza saperlo sono entrato in un luogo puramente mentale, dove la realtà – [[Senna]], Champ de Mars, giardini del Lussemburgo, [[Museo del Louvre|Louvre]], Marais – è stata disposta da una mano sottile e tagliente. Qui la mente ha modellato gli spazi e li ha imbevuti di sé stessa, come in nessun'altra città del mondo. Tutto è cristallino e traslucido, come nei quadri di Bellotto; e quel vento che soffia, che spazza e riporta le nuvole su un palcoscenico immenso, quel vento che sa ancora di [[Oceano Atlantico]], non è che il vento agile dell'intelligenza che ti costringe a muoverti più veloce. ([[Pietro Citati]])
*Sì, mia Parigi che aspetti!<br>Io vedo già nell'acqua della Senna fedele,<br>vedo il Louvre sommergere i tetti! ([[Edmond Rostand]])
*Una Parigina innamorata smentisce la sua natura e vien meno alla sua funzione: esser di tutti, come un'opera d'arte. ([[Anatole France]])