Differenze tra le versioni di "Il terzo uomo"

riordino
(riordino)
|titoloitaliano = Il terzo uomo
|titoloalfabetico = Terzo uomo, Il
|titolooriginale = The Third Man
|paese = Gran Bretagna
|anno = 1949
|genere = noir
|regista = [[Carol Reed]]
}}
'''''Il terzo uomo''''', film britannico del 1949 con [[Joseph Cotten]], [[Alida Valli]] e [[Orson Welles]], regia di [[Carol Reed]].
 
__NOTOC__
==Frasi==
*In [[Italia]], sotto i Borgia, per trent'anni hanno avuto [[Guerra|guerre]], terrore, assassinii, massacri: e hanno prodotto [[Michelangelo Buonarroti|Michelangelo]], [[Leonardo da Vinci]] e il [[Rinascimento]]. In [[Svizzera]], hanno avuto amore fraterno, cinquecento anni di [[pace]] e democrazia, e cos'hanno prodotto? Gli orologi a cucù. ('''Harry Lime''')
 
==Dialoghi==
* '''Maggiore Calloway''': Non fate lo stupido, Martins.<br />'''Holly Martins''': Ho un nome così stupido io, Calloway.
*'''Holly Martins''': Harry, fermati! <br/>'''Harry Lime''' {{NDR|[[ultime parole dai film|ultime parole]]}}: Ma tu che cosa vuoi, amico? <br/>'''Sergente Paine''' {{NDR|[[ultime parole dai film|ultime parole]]}}: Mister Martin, venite indietro! Venite qui, Mister Martin!
 
*'''Holly Martins''': Harry, fermati! <br/>'''Harry Lime'''{{NDR|[[ultime parole dai film|ultime parole]]}}: Ma tu che cosa vuoi, amico? <br/>'''Sergente Paine'''{{NDR|[[ultime parole dai film|ultime parole]]}}: Mister Martin, venite indietro! Venite qui, Mister Martin!
 
==Citazioni su ''Il terzo uomo''==
*Il film, infatti, è meglio del racconto perché, in questo caso, rappresenta appunto l'ultima stesura, l'ultimo stadio, il più perfezionato, del racconto. ([[Graham Greene]])
*Dirò, fra parentesi, che quella battuta del dialogo, poi diventata popolare, che allude agli orologi a cucù svizzeri, fu inserita nel copione dallo stesso [[Orson Welles|Welles]]. ([[Graham Greene]])
*{{NDR|Sull'interpretazione di [[Orson Welles]]}} Melodrammaticamente nascosto nell'ombra, con un cappello nero e un cappotto che sembra più un mantello, riesce a provocare un brivido di disagio misto a un senso di divertita agnizione. È un cattivo tipicamente teatrale che minaccia e affascina il pubblico fissandolo, ma è anche «se stesso», una celebrità che, quasi timidamente, si inchina al proprio pubblico. ([[James Naremore]])
 
==Altri progetti==
{{interprogetto|w|etichetta=''Il terzo uomo''}}
 
[[Categoria:Film noir]]