Differenze tra le versioni di "Mare"

89 byte rimossi ,  10 mesi fa
non è sul mare in generale e ci sono problemi con le fonti
(+3 +sottoparagrafo (Fabio Genovesi))
(non è sul mare in generale e ci sono problemi con le fonti)
*Quando tu scorgi il mare scendere sulle sabbie, ritornare alle cupe profondità del largo, pensa che alcune ore dopo tornerà a spumeggiare: bianco, scintillante al sole, audace e forte, come se queste onde fossero le prime a venire all'assalto del mondo! ([[Léon Degrelle]])
*''Questo invito d'ogni istante | che il {{sic|mare}} ci fa di evadere! | Questa disperazione di voler partire | e dover rimanere!'' ([[Jorge Barbosa]])
*Questo mare è pieno di voci e questo cielo è pieno di visioni. ([[Giovanni Pascoli]])
*''Sei terribile, o mare; e sì mi piaci | Quando pugni col [[vento]]; s'erge negro | II flutto, poi rovesciasi spumoso, | Vien d'onda in onda ai liti, e vi si frange. | [[Notte]] piomba sul pelago, e incessanti | Rimugghiano le [[tenebre]] profonde; | Scroscia, avvampando, il fulmine, o fra torvo | Pallor l'acque crucciose metton lampi. | Sei terribile, o mare; e sì mi piace | La diva immensità delle [[Tempesta|tempeste]]''. ([[Augusto Conti]])
*Siamo legati all'oceano. E quando torniamo al mare, sia per navigarci che per guardarlo, torniamo da dove siamo venuti. ([[John Fitzgerald Kennedy]])