Denis Mukwege: differenze tra le versioni

*La presidenza di [[Joseph Kabila]] coincise in buona parte con il periodo in cui sull'Est del Congo si abbatté una nuova piaga. Quella delle violenze sessuali. Da allora i nostri cammini si sono incrociati e, seppur indirettamente, ho avuto la possibilità di rivolgermi a lui. Più volte l'ho supplicato di prendere una posizione netta contro questi crimini abominevoli, di sradicarne le cause. Ma il tema non sembra interessarlo, o almeno questa è l'impressione che mi sono fatto. E lo dico con grande amarezza. (p. 121)
*Come spiegare l'inizio di quel conflitto? Sicuramente ha avuto un ruolo decisivo il fatto che, l'anno dopo aver rovesciato Mobutu, Laurent-Désiré Kabila abbia voltato le spalle a quegli eserciti e a quei paesi che lo avevano sostenuto. (p. 124)
*Nella [[seconda guerra del Congo]], nel 1998, i minerali, primo fra tutti i l coltan, ebbero un ruolo fondamentale. Ancora una volta, il nostro territorio si trovava a possedere materie prime contese in tutto il mondo industrializzato. Quando all'inizio del XXI secolo le multinazionali di elettronica cominciarono a richiedere coltan a qualunque prezzo, si mise in moto un mercato illegale che incoraggiava il ricorso alla violenza. Eserciti e centinaia di piccole milizie presero il potere negli eldorado disseminati per la regione e egli enormi guadagni permisero loro di comprare sempre più armi. L'esplosione della violenza contro le donne coincise proprio con il decollo di questo commercio. (p. 126)
*[[Pierre Mulele|Mulele]] era un personaggio decisamente bizzarro e piuttosto crudele. (p. 128)
*Nei confronti del genere femminile gli ordini di Mulele erano molto chiari: le donne non si potevano toccare. Non si poteva arrecare loro alcun tipo di offesa né tantomeno ucciderle. Questo obbligo inequivocabile prevedeva per i trasgressori la pena di morte. (p. 128)
24 176

contributi