Differenze tra le versioni di "José Bergamín"

riordino
(aggiungo citazione)
(riordino)
 
==Citazioni di José Bergamín==
*Attenzione! Mangiare una mela è più facile che mangiare un'arancia o una melagrana. E mangiare un'arancia o una melagrana è più facile che mangiare un granchio lesso. L'opera d'[[arte]] può essere una mela, un'arancia, una melagrana o un granchio lesso, e non c'è affatto bisogno di aggiungere che in quest'ultimo caso essa richiede un più grande sforzo di comprensione. Senza contare che è già un buon segno per l'arte che uno non sappia per quale verso prenderla. (da<ref>Da una lettera a [[Manuel de Falla]] del 1935.<ref>Citato; citato in Patrick Prado, ''Rumore bianco (A proposito del sublime)'', Le Monde, gennaio 1990; in Università degli Studi di Salerno, Istituto di Filosofia e Storia della Filosofia, ''Artmedia'', Terzo Convegno Internazionale di Estetica del Media e della Comunicazione, Relazioni, Poligraf, arti grafiche, Salerno, 1991, p. 45.</ref>)
*Bisogna ammazzare il [[tempo]] per nutrirci del suo sangue.<ref>Citato in [[Marcello Veneziani]], ''Imperdonabili'', Venezia, 2017, p. 395, ISBN 978-88-317-2858-4.</ref>
*L'[[analfabetismo]] è la comune denominazione poetica di ogni stato veramente spirituale. (<ref>Citato in Marcello Veneziani, ''op. cit.'', p. 396).</ref>
*La [[superstizione]] è possibile solo negli esseri intelligenti. (<ref>Citato in Marcello Veneziani, ''op. cit.'', p. 397).</ref>
 
==Note==
<references />
 
==Bibliografia==
*[[Marcello Veneziani]], ''Imperdonabili'', Marsilio, Venezia, 2017. ISBN 978-88-317-2858-4
 
==Altri progetti==
{{interprogetto}}
 
{{s}}
 
{{DEFAULTSORT:Bergamín, José}}