Differenze tra le versioni di "Lillo Gullo e Flora Graiff"

Annullata la modifica 989589 di Ibisco (discussione)
(Annullata la modifica 989589 di Ibisco (discussione))
Etichetta: Annulla
 
==Citazioni di Lillo Gullo e Flora Graiff==
[[File:Pane_di _spada.jpg|thumb|[[w:Flora Graiff|Flora Graiff]]<br> fotopastello ''Pane di spada'']]
*La vocazione è domestica, in parziale urto con [[Pascal]] che riteneva l'uomo incapace di starsene tranquillo in una stanza. Senza distrazioni, filosofava il francese, l'uomo finisce presto con l'essere vinto dalla coscienza della fine. E chissà – proviamo a inforcare le sue lenti – chissà che non sia stata proprio la smania di divertissements, nell'[[Ottocento]], a spingere taluni pittori di [[Parigi]] ad uscire dall'atelier per rizzare il cavalletto en plein air, mettiamo ad Argenteuil, in mezzo ad un campo di papaveri scarlatti o su un battello ormeggiato nel bacino della Senna. E chissà – non abbiamo ancora riposto le lenti nell'astuccio – chissà che non sia stata la stessa smania, nel [[Novecento]], in [[America]], a catapultare sulla strada le menti più inquiete della Beat Generation. [...] Il poeta porta in dote la ruminazione di versi scarnificati che, tuttavia, non si negano lo sbaffo barocco di un germe di melodia, mentre l'artista fa dono del suo guardare in guisa di fotopastelli, ossia fotografie ritoccate con i pastelli, che rimemorano la grazia discreta delle pale d'altare che venerano i santi alloggiati nelle navate laterali delle basiliche cristiane. Figura e vocabolo, linguaggi affini e distinti, metafora del legame affettivo e inventivo che nella vita unisce i due autori. (da ''Poetica. Enigmi domestici'', in ''Beati. On the road in the room. Aforismi e fotopastelli'', p. 62)
 
10 047

contributi