Differenze tra le versioni di "John Waters (regista 1946)"

 
*L'[[famiglia|unità familiare]] è responsabile di tanti di quei problemi psicologici che hanno permesso a questa nazione di andare come è andata per così lungo tempo.<ref>Citato in David Williams, Dave Parker, ''John Waters: Portrait of a Serial Director'', ''Film Threat'', n. 15, aprile 1994, p. 39; tradotto in Vito Zagarrio, ''John Waters'', Il Castoro, Milano, 2005, p. 126. ISBN 978-8880333265.</ref>
 
*[...] nessuno dice più la parola "''[[camp]]''". Persino le vecchie froce di novant'anni non lo dicono più. Nemmeno se sono sedute sotto una lampada Tiffany. Neppure all'ultima riunione del fan club di [[Rita Hayworth]]. La gente non sa cosa sia il ''camp''. Per me "''camp''" è la parola segreta dei gay, poi sdoganata in maniera grandiosa da [[Susan Sontag]]. Ma da quel momento è finita. Una volta che il segreto è stato svelato, è finita. Cos'è il ''camp'' oggi ormai? Ci sono ancora film così brutti che diventano capolavori?
:[...] ''no one says the word "camp" anymore. Even 90-year-old queens don't say that. Even if we’re sitting under a Tiffany lampshade. Maybe even at the last meeting of the Rita Hayworth fan club. People don't know what it is. To me, camp was a secret word that gay people used and Susan Sontag exposed it in a great, great way. But then it was done. Once the secret was out, it was over. I mean, what is camp today? Is there a movie out now that's so bad it's great?''<ref>{{en}} Citato in Stephanie Eckardt, [https://www.wmagazine.com/story/john-waters-new-book-ballroom-marfa-interview?fbclid=IwAR10gywE9CEKeQy4FpAWo-BrDGu21o0Bl-XBhedmfxQt1NT-Xk1zkv3WgSk ''John Waters on Camp, Political Incorrectness, and His Enduring Passion for Justin Bieber''], ''wmagazine.com'', 20 maggio 2019.</ref>
 
{{Int|''Il principe degli schifosi. Intervista a John Waters''|Intervista realizzata a Baltimore, dicembre 1982; citato in Vito Zagarrio, ''John Waters'', Il Castoro, Milano, 2005. ISBN 978-8880333265.}}
14 387

contributi