Differenze tra le versioni di "Proverbi spagnoli"

nessun oggetto della modifica
:''Dio aiuta chi (si) cambia.''
::{{spiegazione|Correggere o correggersi, cambiare mezzi rivelatisi infruttuosi è un modo saggio di modificare una situazione non favorevole.}}
*'''''Siempre quiebra la soga por lo más delgado'''''<ref>Citato in [https://cvc.cervantes.es/lengua/refranero/ficha.aspx?Par=59541&Lng=0 CervantesvirtualCervantes.es]. Anche in [[Mateo Alemán]], ''Guzmán de Alfarache'': «La corda [...] si rompe sempre nel punto più sottile, e il primo a pagare è sempre il forestiero, il povero, il miserabile, colui, insomma, che è privo di protezioni, di favori e di difesa ». Anche in [[Francesco Guicciardini]], ''[[s:Ricordi (1528)|Ricordi]]'', C 129: «Dice el proverbio castigliano: el filo si rompe dal lato piú debole. Sempre quando si viene in concorrenzia o in comparazione di chi è piú potente o piú rispettato, succumbe el piú debole, non ostante che la ragione o l'onestá o la gratitudine volessi el contrario; perché communemente s'ha piú rispetto allo interesse suo che al debito».</ref>
:''La fune si spezza sempre dalla parte più sottile''
::{{spiegazione|Il potente prevale sull'indifeso, il forte sul debole}}
Utente anonimo