Ambrogio Donini: differenze tra le versioni

sistemazione
m (Normalizzazione apostrofi)
(sistemazione)
 
==''Breve storia delle religioni''==
'''Copyright''': Newton Compton, Roma, 1991.
 
*Per il credente e per lo storico confessionale, qualunque sia il tipo di culto al quale si riferiscono, la linea di demarcazione è sempre questa: la mia religione è la sola vera, tutte le altre sono false.
*Tutto è egualmente naturale e soprannaturale, per il primitivo; nulla è realmente «miracoloso» o tutto è ugualmente tuffato nel prodigio.
*Sbaglierebbe però chi volesse fare di Confucio un pensatore ateo o razionalista: la religione non consiste soltanto nel credere in esseri soprannaturali, ma nel fare affidamento su forze estranee all'uomo, su vincoli che la società nel suo sviluppo ha sacralizzato, per mantenere intatti determinati rapporti di sottomissione.
*L'Islam vede la religione come un modo di vivere, un insieme di comportamenti, una legge, un ideale politico; mancano invece quasi del tutto quelle connotazioni strettamente sacerdotali e liturgiche, che appaiono essenziali alla nostra idea di religione.
 
{{NDR|Ambrogio Donini, ''Breve storia delle religioni'', Newton Compton, Roma 1991}}
 
== Altri progetti ==
{{interprogetto|w}}
 
[[Categoria:Storici italiani|Donini]]
9 021

contributi