Differenze tra le versioni di "Caitlin Moran"

3 379 byte aggiunti ,  2 anni fa
ampliamento (ancora in progress)
(ampliamento (ancora in progress))
(ampliamento (ancora in progress))
* Non sono una stupida, sono sempre stata consapevole della differenza che corre tra le modelle e le donne normali: le donne normali comprano i vestiti che le fanno apparire belle mentre l'industria della moda compra le modelle per fare apparire belli i vestiti. (p. 213)
* La ''moda'' è riservata a coloro che vivono nell'immobilità e vengono continuamente fotografati; gli ''abiti'' invece sono destinati alla vita vera, e la vita è l'unico posto in cui una donna possa imparare come vestirsi sentendosi felice. (p. 214)
* Il [[dolore]] ci trasforma. Il dolore è la lezione più veloce che apprenderemo in vita nostra. (p. 224)
* Sapete che cosa si ottiene da ventisette punti nella pancia o da lacerazioni perineali che vanno dal secondo al settimo grado. Un enorme senso di prospettiva. Non lo dico per masturbazione mentale (tanto per usare un tecnicismo) ma perché credo che in molti casi ventiquattro ore di lancinante dolore ci aiutino a risolvere gli aspetti che crediamo più ci affliggano nella vita moderna. È come assistere a un incendio di tutte le sterpaglie mentali o al disboscamento delle erbacce emotive. (p. 224)
* In due parole, una dose di dolore così intensa ci trasforma da ragazze a donne. [...] Mi sono trasformata quasi completamente se ripenso a chi ero prima del mio primo parto. La dilatazione della cervice ha aperto le mie «porte della percezione» più di qualsiasi droga avessi mai preso. (p. 225)
* Molti considerano l'interpretazione di [[Marlon Brando]] in ''[[Apocalypse Now]]'' uno dei capolavori della maestria recitativa di Hollywood. Io sono intimamente convinta che abbia messo a punto la parte basandosi sull'esperienza di accudire per una settimana due gemelli di tre mesi con molte coliche. (p. 226)
* Costosissime bottiglie di champagne d'annata, mongolfiere che volano sopra le migrazioni degli gnu, scarpe di pelle di squalo con un diamante sulla suola, Parigi: questi sono tutti premi di consolazione per coloro che non hanno avuto accesso a un esserino leggermente sudicio con cui poter giocare e divertirsi, completamente drogate dall'esperienza dell'amore folle. (p. 227)
* Nell'agenda quotidiana dei bambini la dimostrazione dell'amore è un impegno tanto pressante quanto mangiare o cantare. È come se fossero stati colpiti da Cupido. In cambio voi vi osservate da lontano e rimanete allibite dalla quantità d'amore che producete: è infinita. L'adorazione nei vostri confronti potrà forse logorarsi un po' ma non cesserà mai e sarà cibo per la vostra mente, il vostro corpo e il vostro cuore. (pp. 227-228)
* E la semplicità di questo processo incute soggezione. Tutto ciò che volete sapere, l'unica domanda che davvero conta è: i bimbi stanno bene? Sono felici? Sono al sicuro? E fino a quando la risposta è sì, non v'importa di null'altro. (p. 228)
* L'aforisma secondo cui «se vuoi che venga fatto qualcosa, chiedi a una donna molto impegnata» è un riconoscimento diretto dell'efficienza cui vi costringe l'addestramento militare dell'essere genitori. (p. 231)
* Se decidete di assumere un genitore nel vostro ufficio, dovrete mettere in conto che ogni tanto sarà costretto a stare a casa per curare il bambino con la febbre gialla; ma scommetto sarà l'unica persona che sa come far ripartire una fotocopiatrice rotta e riesce ad abbozzare un piano strategico semestrale nel tempo che l'ascensore impiega a portarvi dal ventiquattresimo piano alla reception. (p. 231)
* Ogni contrazione sarà un compito a sé stante, un'esperienza lunga un minuto che spaventerebbe chiunque non fosse preparato a riceverla; ma io conosco la verità che rende il tutto sopportabile, ossia che non c'è nulla di storto o di sbagliato, tutto dovrebbe essere com'è. A differenza degli altri dolori che affliggono l'umanità, questo non segnala il fatto che ci sia qualcosa di storto, ma, anzi, che tutto stia andando per il meglio. (p. 233)
 
 
2 615

contributi