Differenze tra le versioni di "Sandro Pertini"

(→‎Citazioni di Sandro Pertini: Citazione imprecisa)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
*Il compagno [[Stalin]] ha terminato bene la sua giornata, anche se troppo presto per noi e per le sorti del mondo. L'ultima sua parola è stata di pace. [...] Si resta stupiti per la grandezza di questa figura che la morte pone nella sua giusta luce. Uomini di ogni credo, amici e avversari, debbono oggi riconoscere l'immensa statura di Giuseppe Stalin. Egli è un gigante della storia e la sua memoria non conoscerà tramonto.<ref>Citato in Vittorio Messori, ''Pensare la storia'', Edizioni San Paolo, Milano, 1992, p. 111.</ref>
*Il [[fascismo]] per me non può essere considerato una fede [[politica]]. Sembra assurdo quello che dico, ma è così: il fascismo a mio avviso è l'antitesi delle fedi politiche, il fascismo è in contrasto con le vere fedi politiche. Non si può parlare di fede politica parlando del fascismo, perché il fascismo opprimeva tutti coloro che non la pensavano come lui.<ref>Da un'intervista disponibile su ''[http://www.pertini.it/cesp/video/tolleranza.wmv CESP Pertini.it]''.</ref>
*Il modo migliore di pensarericordare aii morti è quello di pensare ai vivi.<ref>Dalla dichiarazione a seguito del terremoto in Irpinia; citato in ''[http://www.raistoria.rai.it/articoli/terremoto-in-irpinia-pertini-aiutate-i-vivi/11362/default.aspx Raistoria.rai.it]'', 25 novembre 1980.</ref>
*Io speravo che ad Atene i capi di Stato raggiungessero un accordo per dar vita veramente all'[[Unione Europea|unità europea]], per fare dell'Europa una grande nazione che con il suo potenziale umano, tecnologico, con la sua trazione storica, farebbe sentire il suo peso fra le due superpotenze. Invece ad Atene si è impedita questa vera unità europea. Si vogliono escludere nazioni come la [[Spagna]] e il [[Portogallo]] per la questione degli agrumi, del vino. Questo è un ragionare da mercanti, non è più ragionare da uomini politici che hanno a cuore veramente le sorti dell'Europa e quindi del mondo intero.<ref>Dal messaggio di fine anno del 1983; riportato in ''[http://presidenti.quirinale.it/Pertini/documenti/per_disc_31dic_83.htm Quirinale.it]''.</ref>
*L'Italia desidera riaffermare la sua totale opposizione ai principi dell'"[[apartheid]]" tuttora vigenti, con attenuazioni sino ad ora del tutto insufficienti. (dal discorso in occasione del "Giorno dell'Africa", 5 giugno 1984<ref>Citato in [http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1984/06/10/botha-da-oggi-roma.html?ref=search ''Botha da oggi a Roma''], ''la Repubblica'', 10 giugno 1984.</ref>)
1

contributo