Differenze tra le versioni di "Patrice Lumumba"

 
==Citazioni di Patrice Lumumba==
*Signori:Non inesiste questonessun momentoproblema storico,a permettetemi di ricordare la lunga e dolorosa lotta che tutti i congolesiparte, uniti nella medesima ansia di libertàspecifico, hannodel condottoKatanga. perNon raggiungereè lasuccesso vittoria finalenulla. SiamoIl statinocciolo solidali,del fiancoproblema asta fianco,nel nell'opposizione ad un regime politicofatto che volevagli fermareimperialisti ilvogliono corsoadoperare dellale storia.ricchezze {{NDR|Discorsodel innostro occasionepaese della suae nominacontinuare a Primosfruttare Ministro,il 24nostro giungo 1960}}popolo.<ref name=discorsi>Citato in ''Il Congo di Lumumba e di Mulele'', Jaca Book, 1969</ref>
*Abbiamo deciso insieme delle nostre prime lotte contro il colonialismo e insieme abbiamo pianto i nostri fratelli morti. Uniti e solidali, insieme sul fronte comune, accorremmo alla Tavola Rotonda. Oggi, vittoriosi, celebriamo il nostro trionfo, corriamo ad incontrarci insieme, e molto di più, solidali: il popolo si felicita per questo insieme a noi. {{NDR|Discorso in occasione della sua nomina a Primo Ministro, 24 giungo 1960}}<ref name=discorsi/>
*Tutti i membri del mio Governo, e io stesso, promettiamo solennemente di agire in modo che questo Governo sia sempre un Governo del popolo, che nasce dal popolo, che lavora per il popolo. {{NDR|Discorso in occasione della sua nomina a Primo Ministro, 24 giungo 1960}}<ref name=discorsi/>
*Non vogliamo conoscere una nuova forma di dittatura. Questo Governo si preoccuperà di mantenere relazioni amiche con tutti gli Stati stranieri, ma non cederà alla spinta d'integrazione in uno o nell'altro dei due blocchi che dividono il mondo. {{NDR|Discorso in occasione della sua nomina a Primo Ministro, 24 giungo 1960}}<ref name=discorsi/>
*Siate orgogliosi di appartenere al Congo, alla nostra patria, che deve essere situata nella categoria dei popoli liberi. {{NDR|Discorso in occasione della sua nomina a Primo Ministro, 24 giungo 1960}}<ref name=discorsi/>
*Viva il Congo indipendente!</br>Viva il Congo unito, viva la libertà! {{NDR|Discorso in occasione della sua nomina a Primo Ministro, 24 giungo 1960}}<ref name=discorsi/>
 
*Non esiste nessun problema a parte, specifico, del Katanga. Non è successo nulla. Il nocciolo del problema sta nel fatto che gli imperialisti vogliono adoperare le ricchezze del nostro paese e continuare a sfruttare il nostro popolo.<ref name=discorsi/>
*[[Moise Ciombe|Ciombè]] è un agente degli imperialisti belgi. Le parole che dice e scrive non sono sue, sono dei colonialisti belgi che gliele impongono. È risaputo che Ciombè, ex commerciante, ha legato la sua sorte a quella delle compagnie coloniali stabilite nel Congo già da molto tempo. Però sono pochi coloro che sanno che Ciombè, in poco tempo, rubò a queste compangnie 10 milioni di franchi belgi, mediante scoperte truffe e raggiri. Arrestato e processato per questo motivo, al crearsi di questa situazione, i belgi lo «perdonarono», liberandolo. Da questo momento Ciombè obbedisce docilmente a tutti i loro ordini.<ref name=discorsi/>
 
{{Int|1=Dal discorso dopo la nomina a Primo Ministro, 24 giungo 1960|2=Riportato ne ''Il Congo di Lumumba e di Mulele'', Jaca Book, 1969}}
*Signori: in questo momento storico, permettetemi di ricordare la lunga e dolorosa lotta che tutti i congolesi, uniti nella medesima ansia di libertà, hanno condotto per raggiungere la vittoria finale. Siamo stati solidali, fianco a fianco, nell'opposizione ad un regime politico che voleva fermare il corso della storia.
*Abbiamo deciso insieme delle nostre prime lotte contro il colonialismo e insieme abbiamo pianto i nostri fratelli morti. Uniti e solidali, insieme sul fronte comune, accorremmo alla Tavola Rotonda. Oggi, vittoriosi, celebriamo il nostro trionfo, corriamo ad incontrarci insieme, e molto di più, solidali: il popolo si felicita per questo insieme a noi. {{NDR|Discorso in occasione della sua nomina a Primo Ministro, 24 giungo 1960}}<ref name=discorsi/>
*Tutti i membri del mio Governo, e io stesso, promettiamo solennemente di agire in modo che questo Governo sia sempre un Governo del popolo, che nasce dal popolo, che lavora per il popolo. {{NDR|Discorso in occasione della sua nomina a Primo Ministro, 24 giungo 1960}}<ref name=discorsi/>
*Non vogliamo conoscere una nuova forma di dittatura. Questo Governo si preoccuperà di mantenere relazioni amiche con tutti gli Stati stranieri, ma non cederà alla spinta d'integrazione in uno o nell'altro dei due blocchi che dividono il mondo. {{NDR|Discorso in occasione della sua nomina a Primo Ministro, 24 giungo 1960}}<ref name=discorsi/>
*Siate orgogliosi di appartenere al Congo, alla nostra patria, che deve essere situata nella categoria dei popoli liberi. {{NDR|Discorso in occasione della sua nomina a Primo Ministro, 24 giungo 1960}}<ref name=discorsi/>
*Viva il Congo indipendente!</br>Viva il Congo unito, viva la libertà! {{NDR|Discorso in occasione della sua nomina a Primo Ministro, 24 giungo 1960}}<ref name=discorsi/>
 
{{Int|1=Dal discorso durante la cerimonia dell'indipendenza, 30 giugno 1960|2=Riportato ne ''Il Congo di Lumumba e di Mulele'', Jaca Book, 1969}}
14 601

contributi