Differenze tra le versioni di "Caitlin Moran"

2 858 byte aggiunti ,  2 anni fa
ampliamento (ancora in progress)
(ampliamento (ancora in progress))
(ampliamento (ancora in progress))
* No, Matt, a scuola non mi chiamavano cicciona; caro Matt, bello e ignaro, passerò i miei prossimi due anni a starti dietro come una cocainomane in crisi d'astinenza, arriverò al punto di rubarti un maglione per tenerlo sotto il cuscino, e sarò l'inconsapevole causa della rottura con la tua ragazza perché rivelerò un segreto terribile alla persona sbagliata e il nostro piccolo cerchio di amici esploderà come una supernova. Mi chiamavano cicciabomba. (p. 107)
* L'accusa di essere grassi ha rimpiazzato i termini «gay» e «lesbica» che un tempo erano la tipica presa in giro da parco giochi. È l'insulto Hiroshima: la bomba che dopo essere stata sganciata determina la resa immediata dell'accusato. Chi confuti una tesi impeccabile ribattendo: «Sì, ma almeno non sono ''grasso''», fa parte degli Alleati, e ha vinto. (p. 108)
* Dopo una vita di considerazioni sull'argomento, ritengo di essere riuscita a identificare una definizione pratica di che cosa s'intenda con un peso «normale», giusto, consigliabile, di che cosa sia «grasso» e che cosa sia «non grasso». Ecco il risultato: «Che abbia una forma umana». Se avete una forma riconoscibile, chiaramente umana (il tipo di fisico che una ragazzina di dieci anni abbozzerebbe se le fosse chiesto di disegnare una persona in meno di un minuto) allora state bene. (p. 109)
* Gli eccessi alimentari sono la droga preferita dalle persone che devono assistere qualcuno, ed ecco il motivo per cui è considerata la meno affascinante di tutte le dipendenze. È un modo di avvelenarti pur rimanendo completamente efficiente perché sei costretto a farlo. La gente grassa non indulge nel «lusso» della propria dipendenza, perché ciò li renderebbe inutili, caotici o addirittura un peso per gli altri; preferisce autodistruggersi lentamente in un modo che non arreca fastidio a nessuno. Ed è questo il motivo per cui è la droga preferita dalle donne. (p. 116)
* A oggi non posso fare a meno di notare che, in una società ossessionata dal grasso, così decisa nel definirlo e così risoluta nel condannarlo, le uniche persone che ''non ne parlano'' sono le sole che dovrebbero farlo. (p. 117)
* Signore mie, sul luogo di lavoro noi abbiamo uno svantaggio pazzesco. Gli uomini nostri pari civettano ''in continuazione'' con i capi. Il luogo di lavoro medio assomiglia a una versione un poco edulcorata di ''[[Brokeback Mountain]]''. Il concetto di ''bonding'', di affiatamento del gruppo, è in realtà amoreggiamento reciproco. I maschi civettano giocando a golf, andando alle partite di calcio, chiacchierando al gabinetto e ogni volta che dopo il lavoro vanno al bar o al night club. Loro si affiatano sfruttando l'affinità biologica; se per voi l'unico modo di affiatarvi è superare la ''differenza'' biologica, lanciatevi a capofitto. (p. 123)
* In genere chi bacia meglio è colui che sa conversare meglio, insomma chi presta attenzione a ciò che stai dicendo e risponde a tono. (p. 125)
* Di questi tempi nei confronti delle donne si è diffusa una quantità sproporzionata di atteggiamenti orribili, vaghi, indistinti e quasi sempre nascosti. Combatterli vorrebbe dire cercare di contrastare l'odore di marcio e di umido che c'è in cantina armate soltanto di un coltello da pane. (p. 130)
* L'idea che in fin dei conti siamo tutti degli idioti benintenzionati che cercano di darsi da fare rappresenta l'alfa e l'omega della mia visione del mondo. (p. 132)
* La maggior parte della discriminazione sessuale è imputabile a uomini abituati a considerarci sconfitte. Ecco dove sta il problema: abbiamo una cattiva reputazione perché gli uomini sono abituati a vederci arrivare seconde o a essere squalificate. (p. 133)
 
 
2 615

contributi