Differenze tra le versioni di "Fidia"

341 byte aggiunti ,  1 anno fa
→‎Citazioni su Fidia: Giovanni Becatti
(Opere)
(→‎Citazioni su Fidia: Giovanni Becatti)
*Che avrebbe fatto Fidia in un piccolo ed oscuro Stato? Senza grandi mezzi, senza che quello fosse stato protettore di artisti, egli non avrebbe avuta l'occasione di concepire e di fare grandi opere. Il sublime nasceva in lui dalla grandezza dei concetti e questa grandezza nasceva anche dai mezzi e dallo scopo che aveva. ([[Ettore De Ruggiero]])
*E quand'anche per tutti i singoli particolari {{NDR|dell'Atena Parthenos}} si riuscisse a stabilire modelli e precedenti, della novità pur ci sarebbe: nella loro unione, nella profonda concezione religiosa e {{sic|patriotica}} onde tutti quegli elementi l'artista rifuse in un'effigie della dea non mai veduta. E se questa fosse l'unica sua opera; e se Fidia non avesse fatto altro che raccogliere in una vittoriosa sintesi tutti gli acquisti dell'arcaismo, egli meriterebbe il suo posto altissimo nella storia dell'arte. ([[Emanuel Löwy]])
*Il grande genio di Fidia ateniese, che si affermò dominante verso la metà del secolo {{NDR|V a.C.}}, seppe [...] levarsi nella sfera olimpica a dar forma d'arte alla concezione della divinità, interpretando l'ideale religioso più nobile del suo tempo, facendo gli uomini {{sic|dèi}} e creando lo stile classico. ([[Giovanni Becatti]])
*Le forme, come quelle di Fidia, hanno un loro svolgimento anche nella staticità. [...] Nessun altro, dopo Fidia, ha conservato davanti alla vita questa gravità rispettosa e questo entusiasmo cosciente che sono la vera religione. ([[Edgar Faure]])
*Non c'è niente di essenziale da trovare nell'arte dopo Fidia e dopo Raffaello, ma c'è sempre da fare, anche dopo di loro, per mantenere il culto del vero e per perpetuare la tradizione del bello. ([[Jean-Auguste-Dominique Ingres]])
20 079

contributi