Differenze tra le versioni di "Parigi"

218 byte rimossi ,  2 anni fa
piccoli fix, - 2 senza fonte
(Annullata la modifica 957530 di 82.58.70.22 (discussione) giusto così)
Etichetta: Annulla
(piccoli fix, - 2 senza fonte)
*A proposito dei romani, quasi tutto ciò che hanno costruito è ora una rovina. Ma c'è un altro posto, una grande città che i romani eressero e che esiste ancora ai nostri giorni. È una città chiamata Parigi, in una terra chiamata Francia. Io l'ho visitata con l'imperatore Carlo Magno. Lagertha, mai hai visto in tutta la tua vita un luogo così, una simile città. (''[[Vikings]]'')
*Avremo sempre Parigi. (''[[Casablanca]]'')
*Che divenne il Parigi d'un altro tempo il Parigi ispirato che pensava, parlava, sfolgorava nello spazio, che gettava ogni giorno nel mondo un'opera nuova, una verità, un delitto, una scoperta?... Ohimè! La [[Francia]] non pensa più, non fantastica più, o finge non ricordarsi, quello che credette, intravvide, disse, fece nei suoi splendidi giorni "di grandezza e di fede?. Ella ha spenta l'anima sua o la lasciò spegnere da un soffio passeggiero; e di tanta fiamma e di tanto bene del passato ora che resta? Nulla, se non se qua e colà l'ultimo riverbero obliato d'una gloria sepolta. ([[Eugène Pelletan]])
*Come artista, un uomo non ha altra patria in Europa che Parigi. ([[Friedrich Nietzsche]])
*Come l'autostrada collauda i motori, Parigi collauda gli uomini. Si può correre liberamente a tutto motore; ma attenti a non fondere le bronzine. ([[Anselmo Bucci]])
*''D'ogni piacer Parigi è assai fecondo; | Teatro, danze, giochi, ed armonia | Alla vita gentil schiudon la via.'' ([[Gian Carlo Di Negro]])
*E così sono a Parigi... Non pensiate però che io voglia raccontarvi molto proprio riguardo alla città di Parigi. Ritengo infatti che ne abbiate già letto tanto in russo, che leggerne vi sia persino venuto a noia. Per di più ci siete stati voi stessi e probabilmente avete esaminato tutto molto meglio di me. [...] E quindi non vi racconterò che cosa esattamente io non abbia esaminato con attenzione, ma ecco quello che in compenso vi dirò: che ho creato una definizione di Parigi, che le ho consegnato un epiteto, e che ho intenzione di difendere quest'epiteto. E cioè: che Parigi è la città più morale e virtuosa di tutto il globo terrestre. Quale ordine, infatti! Che sensatezza, che rapporti ben definiti e solidamente stabiliti: com'è tutto garantito e messo in riga: come son tutti soddisfatti, e come tutti quanti si sforzano di convincersi d'essere soddisfatti ed effettivamente felici, come tutti, infine, si sono a tal punto sforzati, da essere realmente convinti della propria soddisfazione ed effettiva felicità, e... e... lì si son fermati. ([[Fëdor Dostoevskij]])
*Eccomi preso daccapo a quest'immensa rete dorata, in cui ogni tanto bisogna cascare, volere o non volere. La prima volta ci restai quattro mesi, dibattendomi disperatamente, e benedissi il giorno che ne uscii. Ma vedo che la colpa era tutta mia, ora che ci ritorno ''... composto a nobile quiete'', perché guai a chi viene a Parigi troppo giovane, senza uno scopo fermo, colla testa in tumulto e colle tasche vuote! ([[Edmondo De Amicis]], ''Ricordi di Parigi'')
*Ho due amori: il mio Paese e Parigi. ([[Joséphine Baker]])
*In Europa ci sono due capitali: Parigi e Napoli. (attribuita a [[Stendhal]])
*Se [[Roma]] ti ha fatto scrivere l' ''Ora di Barabba'', Parigi t'ispirerebbe l' ''Ora di Lucifero'' — o forse l' ''Ora d'Iddio''. Perché Parigi, in fondo, è più morale e cattolica di quel che non si creda da lontano. La maggior parte della gente è massa borghese che lavora dalla mattina alla sera per guadagnar soldi — l'Industria del Vizio fa parte dell'Industria dello Straniero ed è esercitata in gran parte da stranieri. ([[Giovanni Papini]])
*Se hai avuto la fortuna di vivere a Parigi da giovane, dopo, ovunque tu passi il resto della tua vita, essa ti accompagna perché Parigi è una festa mobile. ([[Ernest Hemingway]])
*Sì, mia Parigi che aspetti!<br>Io vedo già nell'[[acqua]] della Senna fedele,<br>vedo il Louvre sommergere i tetti! ([[Edmond Rostand]])
*Una pariginaParigina innamorata smentisce la sua [[natura]] e vien meno alla sua funzione: esser di tutti, come un'opera d'[[arte]]. ([[Anatole France]])
*Sì, ve l'ho già detto, qui a Parigi prima impiccano un [[uomo]] e poi gli fanno il processo. ([[Molière]])
*Tutti a Parigi vorrebbero essere attori e nessuno spettatore. ([[Jean Cocteau]])
*Una parigina innamorata smentisce la sua [[natura]] e vien meno alla sua funzione: esser di tutti, come un'opera d'[[arte]]. ([[Anatole France]])
 
==Voci correlate==
*[[Cattedrale di Notre-Dame]]
*[[Francia]]
*[[Museo del Louvre]]
*[[Torre Eiffel]]