Differenze tra le versioni di "Improvvisamente l'inverno scorso"

nessun oggetto della modifica
(ortografia)
 
*Io credo che stiano cercando di isolarci, di farci sentire soli e sole. Loro forse hanno dimenticato che abbiamo resistito a secoli di censure e di silenzi, a secoli di ingiurie e di violenze. Loro forse hanno dimenticato che siamo sopravvissuti agli odi, ai confini, ai campi di concentramento, alle camere a gas. E il nostro sguardo oggi è fiero, orgogliosamente fiero perché siamo dalla parte della ragione, della giustizia, dell'uguaglianza, della laicità, nonostante l'odio della Chiesa, nonostante la viltà della politica, nonostante l'inimicizia dei mass media. ('''Francesca Polo''', presidente nazionale ArciLesbica, al Roma Pride, 16 giugno 2007)
 
*Non abbiamo bisogno di professori bacchettoni che ci insegnino che cos'è la famiglia. Noi sappiamo che cos'è una famiglia, non siamo nati sotto un cavolo. Noi proveniamo da una famiglia. I più fortunati di noi sono stati amati dalla famiglia di origine, qualcun' altro nella [[Sacra Famiglia]] benedetta dal parroco è stato picchiato, odiato, cacciato, discriminato. Non sono famiglie quelle dove si costringe un ragazzo gay ad andare dallo psicologo, dal prete esorcista, dove una trans è obbligata a prendere testosterone. Per definirsi "famiglia" non è qualifincantequalificante essere due persone di sesso diverso, è qualificante la famiglia dove la donna non è picchiata, dove un figlio non è abusato. La famiglia normale è quella dove c'è ascolto, rispetto, dove c'è amore. Noi siamo una famiglia. ('''[[Vladimir Luxuria]]''' al Roma Pride, 16 giugno 2007)
 
==Dialoghi==
Utente anonimo