Differenze tra le versioni di "Vittorio Sgarbi"

→‎Davanti all'immagine: Ferruccio Ferrazzi
(→‎Davanti all'immagine: Ferruccio Ferrazzi)
*Il desiderio, la bellezza, la morte, il piacere, il tormento, la voluttà del martirio, l'identificazione e la separazione nei sensi, la mondanità e la sacralità, trovano compiuta espressione, unità e ragione nel segno di Beardsley. Qui il Decadentismo tocca il culmine, ha la sua massima esaltazione come neppure nei suoi più valorosi campioni, Oscar Wilde e D'Annunzio. (''Artisti'', p. 177)
*Per lunghi anni il turbinoso vento che anima il fregio di [[Giulio Aristide Sartorio]] nell'aula del parlamento in palazzo di Montecitorio è stato sopraffatto da venti contrari. Oggi che la pittura di questo grande artista potrebbe di nuovo essere assunta da molti a modello, il nome di Sartorio resta in penombra o in luce sinistra rispetto a quelli degli artefici consacrati dell'arte moderna. (''Artisti'', p. 185)
*Nessun odore, nessun sapore locale, nessuna componente emotiva sale dai quadri di [[Ferruccio Ferrazzi|Ferrazzi]], esercizi d'intelligenza che seguono una strada indipendente da tutto, ispirata al metodo razionalistico del Rinascimento toscano, da Piero della Francesca a Michelangelo. ((''Artisti'', p. 192)
 
===Da interviste===
23 776

contributi