Tibet: differenze tra le versioni

669 byte aggiunti ,  4 anni fa
(+1)
==Citazioni==
*Da quando è stato invaso dalla [[Cina]], negli anni Cinquanta, il Tibet subisce una delle più brutali persecuzioni religiose del secolo. Dei 7000 monaci che 40 anni fa ospitava il monastero di [[Drepung]], oggi ne rimangono appena 500. ([[Jeffrey Fleishman]])
*Il Tibet è il teatro della grande tragedia buddista. [...] Insieme alle condizioni di vita, certamente migliorate sul piano economico, dopo anni di privazioni e di umiliazioni, il Tibet ha cambiato faccia. Non è più il paese che era prima di diventare una provincia autonoma cinese. Il buddismo ha perduto quella che considerava la sua patria. I Lama, come tutti gli altri tibetani rifugiatisi in India o in altri paesi, hanno potuto conservare le loro convinzioni, ma nel nuovo ambiente stentano a mettere le radici. Per i tibetani è crollata una struttura secolare. Per i buddisti in generale è stato come smarrire un punto di riferimento. ([[Bernardo Valli]])
*Morire, in Tibet è un arte. ([[Don DeLillo]])
*Nel Tibet, ove si dice non esistano limiti ai segreti del passato e del futuro. ([[Luciano Gianfranceschi]])
25 865

contributi