Apri il menu principale

Modifiche

 
==Citazioni di Antonio Albanese==
*Io sono figlio dell’[[immigrazione]]: i miei genitori hanno dovuto abbandonare il loro paese del Sud per rifarsi una vita. Mio padre ha vissuto da solo per un anno perché non trovava nessuno che gli affittasse casa, essendo meridionale. Questa è stata la sua vita. Mi sembra che la storia si ripeta.<ref>Dall'intervista di Silvia Fumarola, ''[https://rep.repubblica.it/pwa/intervista/2018/10/01/news/antonio_albanese_una_risata_seppellira_i_topi_che_ci_infettano-207878361/ Antonio Albanese: “Una risata seppellirà i Topi che ci infettano”]'', ''Rep.repubblica.it'', 1 ottobre 2018.</ref>
*I [[Social network|social]] sono un virus che si è insinuato, anche nell'informazione: si prende sul serio tutto, ogni cazzata. C'è chi twitta per commentare negativamente quello che sta vedendo alla tv: ma allora esci, vai a berti una birra, dico io. E invece no, i social ti inducono a cercare nel mondo più malinconia di quanta nei hai tu.<ref>Dall'intervista di Anna Bandettini, Antonio Albanese: ''[https://rep.repubblica.it/pwa/anteprima/2018/03/02/news/intervista_antonio_albanese_migranti-190216776/?ref=RHPPRB-BH-I0-C4-P3-S1.4-T1 "Difendo i migranti, mi ricordano papà"]'', ''Rep.repubblica.it'', 2 marzo 2018.</ref>
 
2 263

contributi