Differenze tra le versioni di "Omosessualità"

(→‎Citazioni: Garko)
*Ho resistito fortemente e, nei limiti del possibile sono riuscito a impedire agli altri di limitare la mia identità al ristretto campo dei miei gusti e pratiche sessuali. Per dirla in breve, il Luca scrivente in questo momento è un Luca scrivente e basta; il Luca che poco fa ascoltava musica è un Luca ascoltatore eccetera.<br>Se però dalla finestra vedessi passare un grazioso soldato, c'è caso che mi distrarrei, diventerei un Luca desiderante, abbandonerei forse il lavoro, trovando una qualche scusa pseudo morale, e farei il possibile per tradurre in atto, anzi in una serie di atti – questi sì omosessuali, con detto soldato – quei desideri. ([[Luca Fontana]])
*I funerali di [[Lucio Dalla]] sono uno degli esempi più forti di quello che significa essere gay in Italia: vai in chiesa, ti concedono i funerali e ti seppelliscono con il rito cattolico, basta che non dici di essere gay. È il simbolo di quello che siamo, c'è il permissivismo purché ci si volti dall'altra parte. ([[Lucia Annunziata]])
*I gay nel [[Calcio (sport)|calcio]]? Rispetto ad altri sport, credo che il nostro mondo, soprattutto in [[Italia]], sia molto conservatore. Difficile che qualcuno dichiari pubblicamente la propria omosessualità in tempi brevi. ([[Mattia Perin]])
*Il movimento gay mi ha sempre fatto schifo. L’omosessuale non è uno che sculetta e si trucca. È la Grecia, è Roma. È una virilità creativa. ([[Franco Zeffirelli]])
*{{NDR|Riferito al [[Calcio (sport)|calcio]]}} Il nostro ambiente, in effetti, sull'argomento è un po' ingessato. Se uno esce dal posto di lavoro per mano al proprio compagno per fortuna non fa più scalpore; all'uscita da un campo di allenamento, invece, la scena non si può immaginare. E non è giusto. ([[Claudio Marchisio]])