Differenze tra le versioni di "Bianco, rosso e Verdone"

(→‎Dialoghi: Corretta esclamazione in dialetto)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
 
==Dialoghi==
*'''Furio''': Magda per l'amor di dio fermati! <br />'''Magda''': Ma... ma scusa Furio, ma che cosa ho fatto? <br />'''Furio''': No, non si dispongono i bagagli dentro una macchina così... eh... tesoro! Quando compi questa operazione devi sempre tener presente di dover comporre un mosaico, ogni cosa deve combaciare con l'altra, eh... deve essere come un puzzle, né più e né meno... <br /> '''Magda''': Su bambini salite, venite qua... <br /> '''Furio''' {{NDR|mentre prende le misure con i pollici alzati}}: Antongiulio vai al posto di Antonluca e te Antonluca vai al posto di Antongiulio... perché c'è un leggero squilibrio... {{NDR|continua a controllare poi si rivolge a Magda}} Questo è già un assestamento più accettabile... eh... d'altro canto la perfezione appartiene solo a Dio, per carità!! Senti, tesoro, allora, vediamo un po': tutto quello che dovevi fare, l'hai fatto? <br />'''Magda''' {{NDR|sospirando}}: Sì. <br />'''Furio''': Il gas, lo hai chiuso? La chiavetta, l'hai portata in posizione orizzontale? <br />'''Magda''': Sì... sì... <br />'''Furio''': Le persiane, le hai sprangate? Perfetto. La sacca dei documenti, l'hai presa? CartaCodice d'identitàfiscale, codicecarta fiscaled'identità, partita IVA? <br />'''Magda''': Sì... sì... <br />'''Furio''': Perfetto. Thermos latte? Thermos acqua e limone? Succhi di frutta? Sandwich al burro? Sandwich al prosciutto? Sandwich allo stracchino? <br/>'''Magda''': Sì. <br/>'''Furio''': Perfetto. A proposito: il prosciutto, dove l'hai preso? Da Luciano o da Gino? <br />'''Magda''': ... Luciano. <br />'''Furio''': La prossima volta, scusa, prendilo da Gino. A parte il fatto che il taglio è migliore, ma poi il prosciutto di Gino c'ha tutto un altro sapore rispetto a quello di Luciano, scusa... eh? D'accordo? <br />'''Magda''' {{NDR|afflitta}}: Sì... <br />'''Furio''': Senti, l'ultimissima cosa: il binocolo, l'hai preso? <br />'''Magda''': Ma a cosa serve il binocolo? <br />'''Furio''': Ma come "a che serve"? Scusa, c'è tutto il tratto appenninico da Bologna a Firenze che, paesaggisticamente, è una favola! <br />'''Antonluca''' {{NDR|sporgendosi dal finestrino}}: Papà, papà... l'ho preso io! <br />'''Furio''': Bravo! Otto ad Antonluca e cinque alla mamma. Povera mamma, sto scherzando! Ci mancherebbe altro... {{NDR|guarda l'orologio}} Manca un minuto alle sette e trenta; quasi quasi lo impiego per richiamare l'ACI, d'accordo? <br /> '''Magda''' {{NDR|costernata}}: L'ACI? <br />'''Furio''' {{NDR|tornando verso casa}}: L'ACI! Tu m'aspetti qua? {{NDR|ad un passo dal portone, Furio si volta verso Magda}} Magda, tu mi adori? <br/> '''Magda''': Sì... <br/> '''Furio''': E allora lo vedi che la cosa è reciproca? {{NDR|frase ripetuta varie volte nel corso del film}}
*'''Furio''' {{NDR|Al telefono con un operatore ACI}}: Pronto, parlo col servizio percorribilità strade? Ah, buongiorno! Senta, io sono un socio ACI, numero di tessera 917655 barra UT, come Udine Torino; la disturbavo per avere qualche delucidazione, dato che mi devo recare a Roma a votare. <br> Senta, ho sentito dal bollettino dei naviganti che è in arrivo un'aria depressionaria di 982 millibar – e questo, purtroppo, mi è anche confermato da un fastidiosissimo mal di testa che sopraggiunge ogni qualvolta c'è un brusco calo di pressione – d'altro canto, caro amico, questo è il prezzo che dobbiamo pagare noi meteoropatici. Senta, io le domandavo questo, secondo lei, partendo fra circa... 3 minuti e mantenendo una velocità di crociera di circa ottanta/ottantacinque chilometri orari... secondo lei faccio in tempo a lasciarmi la perturbazione alle spalle, diciamo nei pressi di Parma? <br/> '''Operatore ACI''': Ma va a caghèr! {{NDR|riattacca}}<br/>'''Furio''': Pronto, pronto? ACI, pronto? Che strano, dev'essere caduta la linea...
*'''Furio''': Magda, dove state andando? <br/> '''Magda''': Porto i bambini al gabinetto. <br/>'''Furio''': Allora io parlo al vento! <br/> '''Magda''': Perché? <br/> '''Furio''': Allora te lo ripeto per l'ottocentocinquantesima volta: i bar e i [[stanza da bagno|bagni pubblici]] sono i distributori automatici della salmonellosi e del tifo, d'accordo? Antonluca e Antongiulio, papà vi chiede un grandissimo favore: fra venti minuti, ventidue, ventitré al massimo, vi garantisco che giungeremo in una bella e ampia piazzuola dove potrete fare con tutta calma i vostri bisognini. Se papà vi chiede questa cortesia, glielo fate questo regalo a papà? <br/> '''Antonluca e Antongiulio''': Sì, sì te lo facciamo! te lo facciamo! {{NDR|davanti all'autogrill}} <br/> '''Furio''': Magda... <br/> '''Magda''': Sì? {{NDR|disperata}} <br/> '''Furio''': Dove ti stai dirigendo? <br/> '''Magda''': Ma anch'io devo fare i bisogni nella piazzola? <br/> '''Furio''': Vai, vai! Non sarò certo io a trattenerti con le catene! Vai! Se vuoi andare incontro alla salmonellosi la troverai là, con la mano tesa! <br/> {{NDR|Magda finalmente si avvia verso il bagno}} <br/> '''Furio''': Magda! {{NDR| Le porge un oggetto}} Almeno usa questo! <br/> '''Magda''': Ma cosa l'è? <br/> '''Furio''': Un copritavoletta sterilizzato, per lo meno cerchiamo di rendere la vita difficile ai bacilli, no? <br/> {{NDR|Di nuovo Magda si incammina, visibilmente irritata}} <br/> '''Furio''': Ecco! Tanti auguri, e in bocca al vibrione, che te devo di'?
Utente anonimo