Differenze tra le versioni di "Georg Christoph Lichtenberg"

nessun oggetto della modifica
 
==Citazioni di Georg Christoph Lichtenberg==
*La molta [[lettura]] ci ha portato una barbarie evoluta.<ref>Citato in [[Guido Almansi]], ''Il filosofo portatile'', TEA, Milano, 1991.</ref>
*Ho scorso l'elenco delle malattie e non vi ho trovato le [[preoccupazione|preoccupazioni]] e i tristi pensieri: è molto ingiusto.<ref>Citato in ''Focus'', n. 91, p. 188.</ref>
*Spesso ho un'[[opinione]] quando sono sdraiato e una del tutto diversa quando sono in piedi.<ref>Citato in ''Focus'', n. 95, p. 154.</ref>
 
*Dio creò l'uomo a sua immagine, dice la Bibbia. I filosofi fanno esattamente il contrario: creano Dio a loro immagine.
*È un bell'onore davvero, quello delle donne: dista mezzo pollice dall'ano!
*Ho scorso l'elencoil registro delle malattie e non vi ho trovato le [[preoccupazione|preoccupazioni]] e i tristi pensieri:, e questo è molto ingiusto.<ref>Citato in ''Focus'', n. 91, p. 188.</ref>
*Il mese di [[gennaio]] è quello in cui si fanno gli [[augurio|auguri]] ai propri amici. Gli altri mesi sono quelli in cui gli auguri non si realizzano.
*Il troppo [[Lettura|leggere]] ha prodotto una dotta barbarie.
*Oggigiorno abbiamo più dottori di [[onestà]] che uomini onesti.
*Piovve tanto forte che tutti i porci diventarono puliti e tutti gli uomini sporchi.
41 384

contributi