Apri il menu principale

Modifiche

*Il mio scopo è rintracciare il drammatico nelle situazioni quotidiane, il meraviglioso della piccola cronaca, anzi, della piccolissima cronaca.<ref>Dall'intervista ''Abbiamo domandato a De Sica perché fa un film dal "Ladro di biciclette"'', ''La fiera letteraria'', 6 febbraio 1948.</ref>
*Io ho guadagnato fama e quattrini lasciandomi guidare dalla pigrizia. Il mio sorriso mi ha regalato un'anima allegra che non mi appartiene. Il mio destino è un altro: sul vertice dei quarant'anni ricomincerò la mia vita di attore.<ref name=Scaglione/>
*{{NDR|Il misto di autentica generosità ed astuzia senza doppiezza dei napoletani}} Quest'oggi la padrona del basso che mi ospita ha voluto per forza offrirmi un piatto della loro minestra di riso e fagioli. Ero commosso dalla prodigalità di questa povera gente che si toglie un piatto della loro minestra così faticosamente guadagnata. Avevo appena finito di dire "Ma è sorprendente la generosità e l'ospitalità del popolo [[Napoli|napoletano]], che mi commuove nel profondo del mio animo" quando si è avvicinata la padrona e a un orecchio mi ha sussurrato: "{{sic|Vedite}} un po' voi {{sic|si putite}} ottenere dall'amministrazione un compenso per il disturbo che ci prendiamo."<ref>Citato in Giancarlo Governi, ''Vittorio De Sica, {{small|Un maestro chiaro e sincero}}'', Bompiani, Milano, 2016. ISBN 978-88-58-77268-3, [https://books.google.it/books?id=agahDQAAQBAJ&lpg=PT101&dq=&pg=PT101#v=onepage&q&f=false p. 101]</ref>
 
==Citazioni su Vittorio De Sica==