Differenze tra le versioni di "Bruno Lauzi"

1 353 byte aggiunti ,  2 anni fa
nessun oggetto della modifica
(piccoli fix, +1)
*{{NDR|Perché proprio a [[Genova]] nasce la canzone d'autore italiana?}} Perché è una città di mare, e il mare porta traffici, linguaggi, culture che arrivano da tutto il mondo. Ma smettiamola di parlare di [[scuola genovese|"scuola" genovese]]: ciascuno di noi fa storia a sé, e poi non abbiamo insegnato niente a nessuno.<ref>Citato in Cesare G. Romana, ''Amico fragile. Fabrizio De André'', Sperling & Kupfer, 1999, p. 33. ISBN 88-200-1214-6</ref>
*{{NDR|Su [[Fabrizio De André]]}} Tralasciamo la polemica sul suo rifiuto di celebrare a suo tempo le Colombiadi per via della strage del Sand Creek. Ne abbiamo già inutilmente parlato: sbeffeggiare [[Cristoforo Colombo|Colombo]] per i crimini commessi più di trecento anni dopo la scoperta dell'America è come dare la colpa ad [[Enea]] ed al suo improvvido sbarco in Etruria se oggi vostra moglie vi tradisce con un tifoso della [[Società Sportiva Lazio|Lazio]].<ref>Dal sito ufficile, ''Il grillo parlante'', ''[http://web.archive.org/web/20060825183052/http://www.brunolauzi.com/il%20grillo%20parlante/tafazzi.html Tafazzi's Corner]''.</ref>
 
==''Tanto domani mi sveglio''==
*[[Genova]], si sa, è molto conservatrice, una faccia nuova sconvolge antichi equilibri, espone al rischio di rimettere in discussione le proprie abitudini. (p. 15)
*La cosiddetta "[[scuola genovese]]" dei cantautori non esiste né è mai esistita. Una scuola prevede maestri e allievi, e nessuno di noi fece da maestro né fu allievo. Anzi, raramente si trovò un tale gruppo di vicini di casa più diversi tra loro: anche se tutti inconsciamente tesi, all'insaputa l'uno dell'altro, a dare una spallata alle belle certezze degli autori delle canzoni allora di moda, confondendo le idee che già erano poche e confuse, ai discografici. (p. 17)
*Ma perché la recita fosse perfetta dovevo accomiatarmi dal mare là dove i genovesi vanno in pellegrinaggio: dovevo andare a [[Boccadasse]]. Percorsi per l'ultima volta tutto corso Italia fino a raggiungere la piazzetta dietro la chiesa e quando fui sulla grande terrazza che domina la scogliera di capo Santa Chiara corsi giù dalla "creusa" che porta alla spiaggetta e, reprimento a stento le lacrime, tirai una pietra piatta a rimbalzare sul mare del tramonto.<br>Ora potevo partire, ora che Genova ed io c'eravamo giurati amore eterno. (p. 41)
 
==Citazioni tratte da canzoni==
==Note==
<references />
 
==Bibliografia==
*Bruno Lauzi, ''Tanto domani mi sveglio'', Gammarò Editori, Sestri Levante, 2013. ISBN 978-88-95010-10-6
 
==Altri progetti==