Differenze tra le versioni di "Karen Blixen"

nessun oggetto della modifica
m (aggiungo Portale:Donne, ev. fix minori using AWB)
 
==Citazioni di Karen Blixen==
*Boris aveva ricordato l'antica ballata della figlia del [[gigante]] che trova un uomo nella foresta, e sorpresa e deliziata se lo porta a casa per trastullarsi; ma il gigante le ordina di lasciarlo andare, poichéperché tanto non farebbe che mandarlo ina pezzi.<ref>Da ''Sette storie gotiche''; citato in [[Primo Levi]], ''I costruttori di ponti'', in ''Ranocchi sulla luna e altri animali'', Einaudi, 2014, p. 87.</ref>
*Che cos'cosa è l'[[uomo]], quandose ci pensipensate bene, se non unaun'ingegnosa macchina complicataminuziosamente e ingegnosacongegnata, per trasformare, con sapienza infinita, il rosso vino di Shiraz in orina?<ref>Da ''Sette storie gotiche''.</ref>
*I giorni furono difficili, ma le [[Notte|notti]] furono dolci.<ref>Citato in Vanni Beltrami, ''Breviario per nomadi'', Voland.</ref>
 
*Karen Blixen, ''Ehrengard'' (1963) Adelphi, 1979.
*Karen Blixen, ''Il pranzo di Babette'', traduzione di Paola Ojetti, I Racconti di Repubblica, n. 23.
*Karen Blixen, ''Sette storie gotiche'', traduzione di Alessandra Scalerò, Adriana Motti, Adelphi, 1978.
 
==Film==
42 716

contributi