Differenze tra le versioni di "Blade Runner 2049"

*'''K''': Lei lavorava con l'agente Deckard, all'epoca. Che mi può dire di lui?<br>'''Gaff''': Amava lavorare solo... anche io. E insieme lavoravamo perché questo non cambiasse. Tutto qua.<br>'''K''': Cos'altro sa dirmi?<br>'''Gaff''': Non poteva durare in questo mondo...<br>'''K''': E perché?<br>'''Gaff''': Aveva qualcosa negli occhi.<br>'''K''': Idee su come posso contattarlo?<br>'''Gaff''': No... è ''nyugdìjas''. "Ritirato".<br>'''K''': Che gli è capitato?<br>'''Gaff''': Deve avere avuto quello che voleva: restare solo. {{NDR|mette sul tavolo un origami a forma di pecora}}
 
*'''Luv''': Bentornato, signore. Voleva revisionare il nuovo modello prima della spedizione? <br>'''Wallace''': Un angelo non dovrebbe mai entrare nel regno dei cieli senza un dono. Sai almeno pronunciare "Un fanciullo ci è nato"? Un nuovo modello. Va bene, vediamola. {{NDR|acompare una donna Replicante neonata che sta soffrendo, uscendo nella plastica}}: Il primo pensiero si rivolge alla paura, a preservare l'argilla... È affascianateaffasciante: prima di sapere cosa siamo temiamo di perderlo. Benvenuta. Shhh... E ora fatti dare un'occhiata. {{NDR|invoca dei piccoli droni che gli fungono da apparati visivi}} Creiamo angeli al servizio della civiltà. Sì, un tempo c'erano angeli malvagi, ora io creo angeli buoni, così ci ho condotto su nove mondi nuovi... nove... Un bambino sa contare fino a nove con le dita, noi dovremmo possedere le stelle! <br>'''Luv''': Sì, signore.<br>'''Wallace''': Ogni progresso della civiltà è stato costruito sulle spalle di una mano d'opera sacrificabile, non abbiamo più lo stomaco per gli schiavi... a meno che non siano artificiali... ma non posso crearne più di tanti. Un pascolo sterile, vuoto... e salato... proprio qui... {{NDR|tocca il grembo della Replicante}} Ahhh... Un arido spazio in mezzo alle stelle... E questa, la sede da cambiare per il paradiso. {{NDR|la uccide tagliandole la pancia con un bisturi}} Non posso farli riprodurre, ci ho provato, lo giuro. Ci servono più Replicanti di quanti ne potranno mai essere assemblati, milioni, per poter essere noi trilioni o più! Potremmo assaltare l'Eden e riprendercela... L'ultimo scherzo di Tyrell: la procreazione. Perfezionata, e perduta. Ma esiste un figlio... portatelo a me.<br>'''Luv''': Signore.<br>'''Wallace''': L'angelo migliore... non sei tu, Luv?
 
*'''Joshi''': Ne ho conosciuti tanti, del tuo genere. Tutti utili, ma... con te certe volte lo dimentico. Non ne avevamo dove sono cresciuta... Non hai proprio alcun ricordo? Prima di lavorare per me, non hai ricordi da prima?<br>'''K''': Ho un po' di ricordi, ma... sono innesti, non sono reali.<br>'''Joshi''': Dimmene uno, di quand'eri piccolo.<br>'''K''': Mi fa strano raccontare una storia della mia infanzia non essendo mai stato un bambino.<br>'''Joshi''': Ti potrebbe aiutare se ti dicessi che è un ordine?<br>'''K''': Mi ricordo di un giocattolo che avevo, un cavallino di legno. Con una cosa incisa sotto. La mia immagine è un gruppo di ragazzini che vogliono prendermelo, e io che scappo. Cerco un posto per nasconderlo, e l'unico posto è una fornace spenta. È tutto buio e io ho paura, ma... il cavallo è tutto quello che ho, quindi ci vado. Poi i ragazzini mi trovano e mi picchiano per farsi dire dov'è, ma non glielo dico. Non c'è altro.<br>'''Joshi''': Hmm. Il piccolo K che si batte per ciò che è suo. Mi è piaciuto.
Utente anonimo