Differenze tra le versioni di "Blade Runner 2049"

 
*'''Freysa''': Tu vorresti farmi guardare in alto e a sinistra? {{NDR|si toglie gli occhiali rivelando l'orbita destra vuota}}<br> '''Mariette''': Lei è Freysa, ha combattuto con Sapper a Calantha.<br>'''K''': Ti riconosco. L'hai aiutato a nascondere il bambino?<br> '''Freysa''': Oh, io ero lì... sono testimone del miracolo: un perfetto visino dinanzi a me intriso di lacrime, furioso come il tuono.<br> '''K''': Eri con lei? Con Rachael?<br> '''Freysa''': La stringevo mentre ci lasciava. Nascondemmo l'edere e facemmo voto di serbare il segreto, perciò Sapper ti ha ceduto la vita. Io sapevo che un erede significava che siamo molto più che semplici schiavi. Se un figlio può arrivare da uno di noi, siamo allora i padroni di noi stessi.<br> '''Mariette''': Più umani degli umani!<br> '''Freysa''': Una rivoluzione è alle porte, e stiamo formando un'armata. Io voglio liberare il nostro popolo! Se vuoi essere libero... unisciti a noi. Deckard, Sapper, tu, io, le nostre vite sono nulla rispetto alla tempesta in arrivo! Morire per la giusta causa è la cosa più umana che possiamo fare! Hai condotto Wallace da Deckard... ora non puoi permettere a Deckard di condurre Wallace da me. Tu devi uccidere Deckard! ...Deckard voleva solo che si salvasse l'erede. E lei è salva. Quando sarà il momento, io la mostrerò al mondo, e lei guiderà la nostra armata!<br> '''K''': "Lei"?<br> '''Freysa''': Ovviamente. Rachael ebbe una figlia. E con i miei stessi occhi la vidi venire al mondo e la vestì di blu quando per lei fu ora di andare.<br> '''K''': Era un maschio che hai nascosto...<br> '''Freysa''': Quello è solo un pezzo del puzzle... Hai immaginato che fossi tu?! Ohhh... è così? È così... Tutti vorremmo essere lei. Per questo abbiamo fede.
*'''Wallace''': Io desideravo conoscerla da tempo immemore... lei è un prodigio per me, signor Deckard... Avevo la serratura, ho trovato la chiave. Ma la dentatura non combacia, la porta resta chiusa. {{NDR|mostra il teschio di Rachael}} Mi serve l'esemplare per arrivarci, signor Deckard... il figlio. Mi serve il figlio. Per insegnare a tutti a volare. "Poi Dio si ricordò di Rachele, l'esaudì e la rese feconda". {{NDR|fa ascoltare l'audio del primo scambio di battute fra Deckard e Rachael}} Non è uguale? Ora come allora, il momento in cui l'hai conosciuta? Per tutti questi anni hai ripensato ubriaco al ricordo della perfezione di quel giorno... delle sue labbra scintillanti... della vostra connessione immediata... Non ha mai pensato che è per questo che è stato chiamato lei, fin dall'inizio? Creato esclusivamente per innamorarsi di lei in quel preciso istante? Tutto per produrre quel singolo, perfetto esemplare... Sempre che lei sia stato creato. Amore, o precisione matematica? Sì... No...<br> '''Deckard''': Io so cos'è reale. {{NDR|sul punto di piangere}} <br> '''Wallace''': È stato scaltro a tenersi privo di informazioni, e non le è costato altro che tutto quello che aveva. Ma può darmi ancora una mano. Qualcuno l'ha aiutata a nasconderlo. Dove sono andati? Io so che lei sa qualcosa... mi aiuti... e cose molto, molto buone le arriveranno.<br> '''Deckard''': Lei non ha figli... vero?<br> '''Wallace''': Oh, in realtà ne ho milioni!. Lei pensa che io abbia solo dolore da offrire... solo che io so che lei lo ama. Il dolore le ricorda che la gioia che lei ha provato era reale. Venga la gioia, allora. {{NDR|si sentono dei passi}} Non abbia paura. {{NDR|l'individuo che sta arrivando si rivela essere una copia di Rachael}} Un angelo... riportato in vita... per lei.<br> '''Rachael''' {{NDR|[[Ultime parole dai film|ultime parole]]}}: Ti sono mancata? {{NDR|tocca il volto di Deckard}} Non mi ami...?<br> '''Deckard''': Aveva gli occhi verdi. {{NDR|gira le spalle a Rachael, che viene sparata in testa da Luv}}<br> '''Wallace''': Nell'Extramondo ho tutto quello che serve per farla parlare. Lei ancora non sa cos'è il dolore... lo imparerà.
 
*'''Deckard''': Joe. Joe! Joe! Dovevi lasciarmi morire. <br> '''K''': Sei morto. Sei annegato lì. Sei libero di conoscere tua figlia, ora.
Utente anonimo