Differenze tra le versioni di "Ultime parole dai film"

Spero che la modifica non risulti troppo lunga.
(Spero che la modifica non risulti troppo lunga.)
::{{spiegazione|Personaggio minore di ''[[Andromeda (film)|Andromeda]]'' (1971). La signora si è impiccata vicino al cadavere del suo gatto dopo che gli abitanti del suo paese, Piedmont, Nuovo Messico, sono tutti morti in circostanze misteriose.}}
 
* Il solito Marlowe. non imparerai mai, perdi sempre. ('''Terry Lennox''')
::{{spiegazione|Personaggio di ''[[Il lungo addio]]'' (1973). dopo una lunga indagine, l'investigatore privato Philip Marlowe scopre l'amara verità: l'amico Terry Lennox ha solo finto la morte, in modo da scappare dalla legge e rifugiarsi in Messico dopo l'omicidio della moglie. Terry si mette a deridere Marlowe, ma quest'ultimo, ormai disilluso, gli spara, per poi andarsene suonando la sua armonica.}}
 
*Io voglio la mia mamma! Voglio la mia mamma! ('''Capitan Uncino''')
::{{spiegazione|Personaggio cattivo di ''[[Hook - Capitan Uncino]]'' (1991). Dopo il duello con Peter Pan, Capitan Uncino pronuncia queste ultime piagnucolose parole, poco prima di essere attaccato e mangiato dal coccodrillo.}}
 
*Io...volevo solo un po' di ordine. Una fetta di ''quiche'' ora basterebbe. ('''Vavarin Delatombe''')
::{{spiegazione|Personaggio cattivo di ''[[I fratelli Grimm e l'incantevole strega]]'' (2005). Il generale francese cerca di uccidere i fratelli Grimm, colpevoli di non aver risolto il mistero delle sparizioni presso la foresta di Marbaden. Dopo essere stato trafitto da Wilhelm "Will" dal moncone di una bandiera, balbetta queste parole, prima di essere usato come peso per poter salire sulla torre della Strega con una catapulta.}}
 
*James, meritatelo! Meritatelo! ('''Cap. Miller''')
::{{spiegazione|Personaggio di ''[[Alien]]'' (1979). Il capitano della Nostromo entra nei condotti d'areazione della nave per espellere l'alieno infiltratosi. Tuttavia, l'uomo viene avvisato dalla compagna Lambert che la creatura si sta avvicinando alla sua posizione. Terrorizzato e ormai preda di claustrofobia e paura, Dallas tenta di scappare precipitosamente, ma viene colto di sorpresa dall'alieno.}}
 
*Inutile mentirvi sulle vostre possibilità... ma... avete la mia solidarietà. ('''Ash''')
::{{spiegazione|Personaggio di ''[[Alien]]'' (1979). Svelata la sua natura di androide, l'ufficiale scientifico Ash viene costretto dai sopravvissuti del Nostromo a rivelare tutto quello che sa sulla creatura. Egli spiega che essa è perfetta e che loro non hanno alcuna possibilità, arrivando a deriderli. Ripley stacca la spina e disattiva, e poi il capotecnico Parker brucia furiosamente i resti dello spregevole androide.}}
 
===''[[Le ali della libertà]]''===
{{cronologico}}
*Miei cari amici, è incredibile come vadano veloci le cose qua fuori. Ricordo che una volta quando ero ragazzo vidi una macchina, ma adesso, sono dappertutto. Sembra che all'improvviso il mondo abbia una gran fretta. Il comitato per la libertà condizionata mi ha trovato una camera in un posto che si chiama "il birraio". E un lavoro: sono inserviente in un supermercato. È un lavoro duro. Io faccio del mio meglio ma le mani mi dolgono in continuazione. Al direttore non sono molto simpatico. Qualche volta, dopo il lavoro, vado nel parco e do da mangiare agli uccelli. A volte penso che anche Jake potrebbe venire lì, così, per farmi un saluto, ma non l'ho mai visto. Spero che dovunque si trovi stia bene e che si sia fatto nuovi amici. Ho qualche problema a prendere sonno la notte. Faccio spesso dei brutti sogni in cui cado nel vuoto, mi sveglio spaventato e a volte mi ci vuole un po' per ricordarmi dove sono. Magari dovrei comprarmi una pistola e rapinare il supermercato così mi rimanderebbero a casa; potrei sparare al direttore giacché ci sono, tanto per andare sul sicuro. Ma credo di essere troppo vecchio ormai per fesserie del genere. Non mi piace qui; mi sono stancato di avere paura in continuazione, così ho deciso di andarmene. Non credo che se la prenderà nessuno... A che serve un avanzo di galera come me?<br />P.S. Dite a Heywood che mi dispiace di avergli graffiato il collo.<br />Con affetto, Brooks. ('''Brooks Hatlen''')
::{{spiegazione|Questa è la lettera d'addio scritta da Brooks ai suoi amici del carcere. Prima di impiccarsi nella sua camera, Brooks inciderà su un muro la scritta "''Brooks was here''" ("Brooks è stato qui").}}
 
::{{spiegazione|Personaggio di ''[[Il cavaliere oscuro]]'' (2008). Quando il colpo è ormai concluso e i rapinatori sono rimasti due, Grumpy punta la pistola contro il complice rimasto, convinto che il Joker gli abbia ordinato di ucciderlo. Tuttavia l'altro rapinatore, in realtà lo stesso Joker, semplicemente si sposta e dichiara che ucciderà solo l'autista dell'autobus, affermazione che Grumpy non comprende. In quel momento, un'autobus guidato da un'altro rapinatore sfonda il muro della banca e Grumpy viene investito.}}
 
* La scuola è finita, è ora di andare. Quello lì non si rialza, vero? Sono un sacco di soldi. Che fine hanno fatto gli altri? ('''Chuckles''')
::{{spiegazione|Personaggio di ''[[Il cavaliere oscuro]]'' (2008). Dopo aver investito Grumpy, Chuckles, ignaro di quanto successo fino ad allora in banca, inizia a caricare il denaro sull'autobus insieme al rapinatore rimasto e, quando hanno finito, gli chiede dove siano gli altri criminali. L'ultimo rapinatore, in realtà Joker, per tutta risposta uccide Chuckles sparandogli. }}
 
160

contributi