Differenze tra le versioni di "Valter Mainetti"

dis
(dis)
*L'opposizione attuale, [[Partito Democratico|Pd]] e [[Forza Italia]], appare sempre più destinata a essere insignificante, sia nei numeri che nei contenuti. Un declino che diventa anche un inaspettato collante per la maggioranza che sostiene il [[governo Conte]]. E più la maggioranza è ampia e unita, come hanno dimostrato i voti di fiducia al Senato e alla Camera, più le elezioni si allontanano, più si prospetta una stagione ben difficile per quel sottobosco burocratico, finora vero potere e piaga di questo paese, che imprenditori e cittadini subiscono da tempo.
* La "rivoluzione" più importante e temuta è quella che investe soprattutto le gerarchie di potere del paese, dagli ex politici agli ex sindacalisti, sparsi in innumerevoli consigli di amministrazione di enti simil-privati e pubblici. La débâcle dei partiti tradizionali per l'incapacità di innovarsi, come aveva previsto [[Aldo Moro]], ha portato la politica a diventare succube di tali gerarchie.
*È doveroso dare un'apertura di credito a un presidente del Consiglio e nel caso, a [[Giuseppe Conte (giurista)|Giuseppe Conte]].
 
==Altri progetti==
6 867

contributi