Differenze tra le versioni di "Auguste Rodin"

1 216 byte aggiunti ,  2 anni fa
(→‎Citazioni di Auguste Rodin: aggiunta intervista)
 
*Quando parlo di [[Cattedrale|cattedrali]] penso a tutti i paesi di Francia oggi; penso al genio dei nostri avi, penso alla bellezza delle donne del presente e del passato.<ref name=":0">Citato in Cesare De Seta, ''[https://rep.repubblica.it/pwa/generale/2018/01/16/news/rodin_l_erotismo_delle_cattedrali-186644738/ Rodin, l’erotismo delle cattedrali]'', ''Rep.repubblica.it'', 17 gennaio 2018.</ref>
*Quattro ragazze camminano per la strada che costeggia il prato colorato di primavera. Quattro icone viventi della felicità.<ref name=":0" />
 
{{Int|Da ''[http://www.archiviolastampa.it/component/option,com_lastampa/task,search/mod,libera/action,viewer/Itemid,3/page,3/articleid,1194_01_1912_0272_0003_24838543/ Un'intervista a Rodin]''|Intervista di [[Hermann Bernstein]], ''The Sun'', riportato in ''La Stampa'', 30 settembre 1912.}}
*Io credo che l'[[arte]] esiga anzitutto pazienza e persistenza.
*Oggi giorno i giovani vogliono camminare troppo in fretta e non impiegano abbastanza tempo a conoscere se stessi.
*La [[giovinezza|gioventù]] concentra i suoi sforzi nel raggiungere l'originalità o più precisamente quello che essa crede sia originalità. È questa un'originalità forzata, voluta, ricercata, ed essa perciò non può avere o non deve avere diritto d'esistenza.
*Il vero [[artista]] basa l'opera sua sulla natura e soltanto da essa ritrae l'opera d'arte, nella quale trasfonde la sua individualità e il suo genio.
*[[Cesare Lombroso|Lombroso]] ed i suoi seguaci s'immaginano che il [[genio]] confina con la alienazione, ma essi si ingannano di grosso. Il genio, o meglio l'uomo di genio, è l'ordine personificato.
*Io non sono un sognatore, sono piuttosto un matematico. Le mie opere sono buone perché sono geometricamente corrette.
 
==Note==
6 864

contributi