Differenze tra le versioni di "Gotham (terza stagione)"

m
minuzie
m (minuzie)
*Io imploro ogni cittadino di Gotham: se amate la vostra famiglia, se amate i vostri figli, trovate Fish Mooney. Fino ad allora, nessuno è al sicuro. ('''Oswald Cobblepot''')
*'''Tabitha''': Ehi, Butch.<br/>'''Butch''': Ehi, come te la passi?<br/>'''Tabitha''': Ti prendi cura di te?<br/>'''Butch''': Sì, sì, e, ehm, tu? Tu come te la passi?<br/>'''Oswald''': Glielo hai già chiesto!
*'''Selina''': Tutto bene, Butch? Il mondo ti schiaccia?<br/>'''Butch''': {{NDR|sospirando}}: Eh, sto bene ragazza. E tu sei troppo giovane per stare qui, smamma.<br/>'''Selina''': Cavolo, volevo solo essere carina. {{NDR|se ne va}}<br/>'''Butch''' {{NDR|a Oswald, riferito a Tabitha}}: Solo vederla mi uccide, sai?<br/>'''Oswald''': Scordatela. E, la ragazza ti ha sfilato il portafogli.
*'''Oswald''': Perché non uccidermi quando aveva l'occasione? Ero alla sua mercé. Ha-ha certo un obbiettivo più grande, devo sapere cosa sta architettando.<br/>'''Edward''': Davvero? Quando Alessandro fu davanti al nodo Gordiano, un nodo così complicato che nessuno era mai riuscito a scioglierlo, lui estrasse la sua spada e lo tagliò in due. I dettagli possono distrarre, a volte. È meglio una soluzione semplice. Non importa cosa lei stia progettando, tieni solo a mente... che i pinguini... si nutrono... di pesce.
*Non so a chi di voi avrei più voglia di spaccare la testa. {{NDR|a Gordon}} Certo, chiaro. La vita di ha deluso, vero. E allora? Questo ti rende speciale? Tu fatti trovare ancora sulla mia strada e giuro che ti spello vivo e infilo la testa su un palo! {{NDR|a Bullock}} E tu... quando sono tornato, e ho visto come gestivi il lavoro mentre ero via, giuro mi sono sentito una cosa qui... ho creduto che fosse un attacco di cuore, invece era orgoglio Bullock, ero fiero di te. Quando risentirò quella sensazione... saprò che è flatulenza. ('''Nathaniel Barnes''')
 
==Episodio 2, ''Un nuovo inizio''==
*Chi sono? I tuoi sogni infesto e la realtà, perché so cosa più paura ti fa. Dunque fuggi, fuggi dal tuo castello, ma sai che non potrai scappare dal mago col cappello. ('''Jervis Tetch''')
*'''Oswald''': Gotham trabocca di criminalità, Butch. Chi meglio di un criminale per ripulirla?<br/>'''Butch''': Ok, ho avuto a che fare del peggio del peggio di Gotham, ma i politicanti... mi fanno paura.
*'''Mario''' {{NDR|cucendo la testa di Jim}}: Lee parla benissimo di lei. Sono Mario, il fidanzato di Lee.<br/>'''Gordon''': Gentile, da parte sua.<br/>'''Mario''': Senti, Jim, non so come vedi questa storia, ma... voglio che tu sappia che io l'amo moltissimo, avrò cura di lei.<br/>'''Gordon''': Buono a sapersi.<br/>'''Mario''': Tra noi tutto ok?<br/>'''Gordon''': Sì, certo. perché non dovrebbe, è storia vecchia e superata, ormai, tra me e Lee. Non avrai nessun problema da me. Auguro a entrambi il meglio.<br/>'''Mario''': Grazie. Ho finito.<br/>'''Gordon''' {{NDR|sorridendo}}: Ma, se dovessi farle del male, ti verrei a cercare e ti ucciderò.
 
==Episodio 4, ''Il sindaco di Gotham''==
*Non sono un mostro. Ma se ne vuoi vedere uno, aspetta che mio fratello venga a prendermi. ('''Alice Tetch''')
*{{NDR|a Gordon, che le ha chiesto un favore}} Oh, allora Jim devi essere completamente fottuto. ('''Barbara Kean''')
*'''Barnes''': Senti, hai avuto delle brutte botte. Blackgate, Lee... non so che è successo quando sei andato da lei, posso immaginare. Ma a un certo punto devi fare pace con le decisioni che hai preso.<br/>'''Gordon''': E se non ci riesco?<br/>'''Barnes''': Impara da me. Fa' di non svegliarti un giorno e renderti conto che sono passati vent'anni.
*'''Gordon''': Dovrai fidarti di me.<br/>'''Bullock''': Be', ricordati di farmelo incidere sulla lapide.
*'''Oswald''': {{NDR|dopo essere stato eletto sindaco}} Non mi si può comprare, ma rubare con uno sguardo. Senza valore per uno, ma inestimabile per due. L'amore. Mi amano.<br/>'''Edward''': Se compravi le elezioni non avresti mai saputo. E adesso lo sai. Bella sensazione, eh?<br/>'''Oswald''': Come sapevi che avrei vinto?<br/>'''Edward''': Ho sempre creduto in te, anche quando non credevi in te stesso.<br/>'''Oswald''': {{NDR|a Butch}}: Tu. Non hai mai creduto che potessi vincere con le mie forze. Mi sa che non sei tagliato per queste cose.<br/>'''Butch''': Cosa?! Vuoi prendermi in giro?! Questo...<br/>'''Oswald''': Tranquillo, mi servi comunque come spacca ossa. {{NDR|a Edward}} Andiamo Ed. Il pubblico ci aspetta.
 
==Episodio 5, ''Qualunque cosa per te''==
*'''Edward''': Il popolo ti adora. La gang ti temono. E domani sera la cream di Gotham si riunirà per festeggiare te. Che cosa potresti chiedere di più?<br/>'''Oswald''': Condividerlo con qualcuno.
*'''Butch''': Mettiamola così. Io riprendo il mio posto accanto a Pinguino e ti proteggo.<br/>'''Tabitha''': Farai molto più di questo. Sei in debito. E un giorno io verrò a riscuotere.
*'''Bruce''': Quanto dobbiamo restare?<br/>'''Alfred''': Il tempo perché il mondo la veda, signorino Bruce, essere Bruce Wayne e sorridere.<br/>'''Bruce''': E'È questa la nostra vita, ora? Feste e finti sorrisi? Mi mancano i vecchi tempi.<br/>'''Alfred''': Anche a me.
*'''Butch''': Tu che fai le scalpe a Oswald.<br/>'''Zsasz''': Senti da che pulpito viene la predica.
*'''Bruce''': C'è qualcosa fra di noi. Lo so che c'è. Anche tu lo devi sentire.<br/>'''Selina''': Regola uno: non ti azzardare a dirmi cosa fare. {{NDR|lo bacia}}<br/>'''Bruce''': Quindi senti qualcosa per me? Sono confuso.<br/>'''Selina''': Bene. {{NDR|se ne va}}
*Spero tu sappia, Oswald... che io farei qualunque cosa per te. Potrai sempre contare su di me. ('''Edward''')
 
==Episodio 6, ''Il gioco delle coppie''==
*'''Gordon''': E'È per tua sorella, non è così? Nella tua mente bacata incolpi me per la sua morte<br/>'''Tetch''': Non parlare di lei!<br/>'''Gordon''': Ho avuto modo di consocerla, era una brava persona, per questo ti odiava, per questo è morta cercando di sfuggire da te. Vuoi la vendetta? Ucciditi.
* {{NDR|tenendoTenendo Leslie e Valerie in ostaggio}} Le presentazioni: Lee Thompkins, ti presento Valerie Vale. Entrambe avete una cosa molto importante in comune. Siete le due metà del cuore di Jim Gordon. ('''Jervis Tetch''')
*'''Oswald''': Salve, Luke. Sono il sindaco Cobblepot. Perché non giochi con gli altri bambini?<br/>'''Luke''': E se poi succede che non gli piaccio?<br/>'''Oswald''': Be', non potrai mai saperlo se prima non provi. {{NDR|sogghignando}} E se poi non ti vogliono... come ti girano le spalle li butti giù per le scale.
*'''Leslie''': Tu e Jim siete fatti l'uno per l'altra.<br/>'''Valerie''': Grazie.<br/>'''Leslie''': Non è un complimento.
*'''Isabella''': Ti affanni per non perdermi, quando sono perduto ti affanni per riguadagnarmi. Che cosa sono?<br/>'''Edward''': Il tempo.
 
==Episodio 16, ''La Cortecorte dei Gufigufi''==
 
*E ogni esercito comincia così, con un singolo soldato fedele. ('''Oswald''')
 
*Tutto è un labirinto, Bruce. L'unica differenza è se noi ci rendiamo conto del nostro posto in esso. ('''Sciamano''')
 
==Episodio 17, ''Il Rere degli Enigmienigmi''==
 
*{{NDR|Leggendo un enigma dell'Enigmista}} Sono un uomo con una posizione di tutto rilievo, che mostra due facce a coloro che domina, un impastore, criminale, a volte politicante, Gotham miei stolti elettori che opponete. ('''Gordon''')
 
*I miei crimini devo essere degni del mio nome. Anche questo. ('''Enigmista''')
 
*Posso arrivare di soppiatto, o davanti a te senza che tu te ne accorga, ma quando invece mi rivelo, non sarai più lo stesso. Cosa sono? [...] Tradimento. Con cui l'amicizia finisce. ('''Enigmista''')
 
==Episodio 18, ''Il ritorno dei cattivi''==
 
*Gotham è malata. Crimini e violenze sono così frequenti che la gente ne è diventata immune. Per guarire la città dobbiamo forzarli a rendersi conto. [...] Rivelando il popolo di Gotham il loro lato oscuro. ('''Kathryn''')
 
==Episodio 19, ''Tutti saranno giudicati''==
 
*Come è che nessuno nasconde mai qualcosa in un posto dove mi piacerebbe cercare? Chessò, una birreria, uno strip club... ('''Bullock''')
 
==Episodio 20, ''Il giorno del giudizio''==
 
*Una volta, sai, la lealtà signicava tutto. Don Falcone, Maroni, persoino Fish. Avevano i loro difetti, ma seguivano dei codici. ES Nygma, Barbara Kean, non li arebbero neanche sedere allo stesso tavolo con Falcone. ('''Oswald''')