Differenze tra le versioni di "Eve Ensler"

m
sistemo
m (+wikilink)
m (sistemo)
 
*Il vostro giocare con parole come "forzato" e "legittimo" è giocare con le nostre anime che sono state spezzate da peni non voluti che ci entravano dentro, strappando la nostra carne, le nostre vagine, la nostra coscienza, la nostra fiducia in noi stesse, il nostro orgoglio, il nostro futuro.<ref name=lettera/>
 
{{IntestazioneInt|Da ''Ragazze, non lasciatevi sabotare'', intervista|Intervista di Monica Capuani, ''Io Donna'', 5 marzo 2011}}
*È una stagione pericolosa per le italiane. Da anni [[Silvio Berlusconi|Berlusconi]] costruisce per le giovani un modello fuorviante. Il messaggio è che, se sei potente, puoi comprarti le ragazze. Le quali, di conseguenza, diventano oggetti che possono essere acquistati e venduti per servire vecchi ricchi e autoritari. Il rischio è che le giovani comincino a trasformarsi in oggetti sessuali senza neppure che qualcuno lo chieda loro e accettino di prestarsi a quel circo sessuale perché pensano che sia l'unico modo per acquistare potere. La manifestazione del 13 febbraio è stata un segno potente. Le donne non devono cedere, questo è il momento di resistere: senza di loro, non esisterebbe l'Italia.
*{{NDR|Dai 13 ai 19}} Sono gli anni in cui ci viene detto: "Non essere troppo estrema, intensa, emotiva". Bisogna conformarsi, vengono scoraggiate originalità, bontà, nobiltà, devozione, ossessività, emotività, diminuendo ogni potenziale. Mi ci è voluta una vita per ricatturare, ripristinare e "riabitare" quella parte di me ragazza che è stata soffocata, ridicolizzata e sminuita. Assistendo alle umiliazioni inflitte alle ragazze in tutto il mondo, ho capito che si cerca di sabotarle ovunque, disattivando la forza delle emozioni.
*APOLLINE<br/>''Mio padre pensa che sua figlia sia la ragazza perfetta | Il che significa brava a scuola | Niente ragazzi | Niente sesso | Niente fumo | Niente droga | La prima volta che ho fatto sesso avevo sedici anni | È stato molto brutto | Lui non era il mio ragazzo | Solo un amico | Non volevo fare sesso | Ero un po' brilla | Peccato che non fosse uno che mi piaceva | Ora sto col mio ragazzo | Lui è dolce. È attento con me. | Facciamo sesso un paio di volte alla settimana.''<br/>SOPHIE<br/>''La prima volta che sono stata con un ragazzo non sapevo | È stato molto bello | Lui mi voleva bene | Diceva di non essere vergine | ma credo che lo fosse | Era timido e non sapeva cosa fare | È stato carino con me | Io parlo del sesso con mio padre | Lui mi fa delle domande | Mi chiede se mi è piaciuto e | cos'abbiamo fatto. | A volte non rispondo | Lui dice che devo stare attenta | A non restare incinta e alle malattie'' (p. 61)
*''È volgare e spaventoso | Una volta mio padre e mia madre lo stavano facendo nella stanza accanto | Credevo che mia madre stesse morendo | Può ucciderti | Può liberarti | Basta dire di no | Puoi dire di no | Non vorrai dire di no | È naturale | È sano | È peccato | I ragazzi lo vogliono più delle ragazze | Le ragazze lo vogliono più dei ragazzi | I ragazzi non sanno quel che fanno | È permesso solo quando si fanno i figli | Mia madre dice che è mistico | Vorrei che mia madre non dicesse niente | Conosci la tua vagina | È tua'' (p. 65)
*''Io ballo per scomparire | Io ballo per sapere che sono qui | Io ballo perché sono arrapata | Perché è sacro | Perché voglio dimenticare |'' [...] ''| Io ballo perché tutto è possibile | Io ballo perché mi fa sballare | Perché è l'unica cosa | che non puoi togliermi | Io ballo perché mi tiene | lontana | dalle opinioni e dalle idee | di tutti gli altri | Io ballo perché | sanguino | sanguino | divento'' (p. 68)
*''Io ballo alla fine della crudeltà | Io ballo oltre i campi di sterminio | Io ballo oltre Wounded Knee | Io ballo oltre gli scheletri e le ossa | Io ballo oltre i marchi degli schiavi | e i tatuaggi dell'Olocausto | Io ballo oltre le identità inflitte | e gli sguardi di disprezzo | Io ballo oltre i limiti ristretti delle mie capacità e del mio valore | Io ballo oltre i vostri sguardi lussuriosi | Le vostre sudicie interpretazioni del mio corpo adolescente | Mi scrollo di dosso i burqa e i legami | e i busti e le diete | Mi scrollo di dosso le restrizioni e le regole arbitrarie | Mi scrollo di dosso i vostri moniti opprimenti | Io ballo al pulsare della vita | Io ballo perché le ragazze sono le ultime sopravvissute'' (p. 69)
*''Leggo tutte le poesie | Recito tutte le parole | Guardo tutti i film | Conosco tutte le tue mosse | Metto su il tuo video e memorizzo tutti i passi che fai | Ricevo i tuoi tweets | Conosco il tuo dolore | Canto le tue canzoni | Ti preparo doni con ramoscelli, conchiglie e piume | Li lascio ai piedi del palco | Strillo quando si accendono le luci | Ti chiamo e riaggancio sette volte | So che puoi vedere il mio numero di telefono | Sto cercando | una madre | delle risposte | una ragione | un domani'' (p. 74)
*''La mia [[Minigonna|gonna corta]] | non è una supplica | non vi chiede | di essere strappata | o tirata su o giù. | La mia gonna corta | non è un motivo legittimo | per violentarmi | anche se prima lo era | è una tesi che non regge più | in tribunale. | La mia gonna corta, che voi ci crediate o no, | non ha niente a che fare con voi.'' (p. 136)
*''La mia gonna corta è la mia sfida. | Non vi permetterò di farmi paura. | La mia gonna corta non è un'esibizione, | è ciò che sono | prima che mi obbligaste a nasconderlo | o a soffocarlo. | Fateci l'abitudine. | La mia gonna corta è felicità. | Mi sento in contatto con la terra. | Sono qui. Sono bella. | La mia gonna corta è una bandiera | di liberazione nell'esercito delle donne. | Dichiaro queste strade, tutte le strade, | patria della mia vagina.'' (p. 137)
*''Io amo essere una ragazza. | Posso sentire quello che senti | mentre lo senti dentro | quel sentimento | da prima. | Io sono una creatura emotiva. | Non percepisco le cose | come costruzioni intellettuali o idee preconfezionate. | Pulsano nei miei organi e nelle mie gambe | e mi infiammano le orecchie. |'' [...] ''| Io sono una creatura emotiva. | Sono in comunicazione con tutto e con tutti. | Sono nata così. | Non azzardarti a liquidarla come una cosa da adolescenti | o a dire che è solo perché sono una ragazza. | Queste sensazioni mi rendono migliore. | Mi rendono pronta. | Mi rendono presente. | Mi rendono forte.'' (p. 147)
*''Io sono una creatura emotiva. | Perché vuoi chiudermi | o spegnermi? | Io sono ciò che resta della tua memoria. | Ti metto in comunicazione con la tua origine. | Nulla è stato annacquato. | Nulla si è perso. | Io posso riportarti indietro. | Amo sentire ciò che provi | dentro di te, | anche se blocca la mia vita | anche se fa troppo male | o mi porta fuori strada | anche se mi spezza il cuore. | Mi rende responsabile. | Io sono emotiva | Io sono una creatura emotiva, | introspettiva, incondizionata. | E amo, capisci, | io amo amo amo | essere una ragazza.'' (p. 149)
*''Sono tutte balle | Non c'è responsabile tranne quelli che fingono di esserlo | Nessuno verrà a salvarti | Nessuno | Capirà d'istinto i tuoi bisogni | Conoscerà il tuo corpo meglio di te'' (p. 153)