Differenze tra le versioni di "Premonizione"

+1
(Charlotte Brontë)
(+1)
 
*Che cosa strana sono mai i presentimenti, le simpatie e anche i presagi! Tutti insieme formano un mistero di cui l'uomo non ha peranco trovata la chiave.<br />Non ho mai riso dei presentimenti in vita mia, perché ne ho avuto certuni stranissimi. Credo che le simpatie esistano e si manifestino fra parenti assenti da lungo tempo ed estranei fra loro, affermando, nonostante la distanza, l'unità della sorgente da cui ognuno di essi deriva.<br />I presagi poi potrebbero essere simpatie fra la natura e l'uomo. ([[Charlotte Brontë]])
*Ci sono sempre persone che hanno avuto un «presentimento». Il fatto è che questi «presentimenti» non vengono mai resi noti quando non succede nulla (cioè nella stragrande maggioranza dei casi): ma solo quando succede qualcosa. ([[Piero Angela]])
*I veri presentimenti si formano a profondità che la nostra mente non visita. ([[Raymond Radiguet]])
*Può succedere che, dal cuore oscuro dell'universo, giungano all'uomo certe premonizioni o rivelazioni di ciò che accadrà.<br />Rientra nel normale. L'eccezione consiste, semmai, nella maggiore intensità, nel più sviluppato potere di comunicazione magica con cui la premonizione si insinua in alcuni privilegiati. ([[Alberto Bevilacqua]])
 
==Altri progetti==
{{interprogetto|etichettapreposizione=premonizione|wsulla|w_preposizione=riguardante la|wikt=premonizione}}
 
[[Categoria:Casi]]