Differenze tra le versioni di "Giorgio Pallavicino Trivulzio"

citato in D.M. Smith
(immagine)
(citato in D.M. Smith)
 
==Citazioni di Giorgio Pallavicino Trivulzio==
*Noi abbiamo nel ''piemontesismo'' un nemico sommamente pericoloso, un nemico implacabile. I piemontesi, tutti i piemontesi – dal conte Solario della Margherita all'avvocato Angelo Brofferio – sono macchiati della stessa pece. All'Italia con una metropoli: Roma, – essi preferiscono un'Alta Italia con due capitali: Torino e Milano. Camillo Cavour è ''piemontesissimo''!<ref>Da una lettera di G. Pallavicino a Daniele Manin, del 1º ottobre 1856, ripr. in Daniele Manin e Giorgio Pallavicino, ''Epistolario politico'', a cura di B. E. Maineri, Milano 1878, p. 212; citato in [[Denis Mack Smith]], ''Il Risorgimento italiano. {{small|Storia e testi}}'', Gius. Laterza & Figli, 1968; edizione Club del Libro, 1981, p. 414.</ref>
 
==Note==
25 556

contributi