Apri il menu principale

Modifiche

*Qualunque cosa faccia, dovunque vada, un pensiero mi conforta: sono un uomo involontario, dunque sono un uomo innocente. (p. 47)
*Il [[peccato]]: inventato dagli uomini per meritare la pena di vivere, per non essere castigati senza perché. (p. 47)
*Come s'affonda in un legno un chiodo, a piccoli colpi, la morte... (p. 47)
*Solo l'infelicità è degli uomini, la [[disperazione]] è di Dio. (p. 49)
*[[Dio]], gigantesco eufemismo. (p. 49)
*E se fossimo solo il Suo peccato originale, l'infrazione, la mela che non doveva mangiare? (p. 50)
*La morte naturale non esiste: ogni morte è un assassinio. E se non si urla, vuol dire che si acconsente. (p. 50)
 
==''Il malpensante''==