Guerra di liberazione bengalese: differenze tra le versioni

Nessun oggetto della modifica
*Avendo imparato a fondo la lezione del sacrificio, profonderemo ancora altro sangue. Se Dio vuole, libereremo il popolo di questa terra. La lotta ormai è una lotta per l'emancipazione. La lotta, questa volta, è una lotta per l'indipendenza. ''Joi Bangla''!
*Che male abbiamo commesso? In seguito alle elezioni, il popolo del Bangladesh conferì a me e alla lega Awami la totalità del suo appoggio elettorale. Ci aspettavamo che il parlamento si sarebbe riunito, che avremmo elaborato la nostra costituzione, che avremmo fatto progredire questa terra, che il popolo di questo paese avrebbe conseguito la sua libertà economica, politica e culturale. Ma è motivo di dolore il fatto che oggi siamo costretti a dire con tristezza assoluta che la storia degli ultimi ventitré anni è stata la storia d'una persecuzione del popolo del Bengala, una storia del sangue versato dal popolo del Bengala. Questa storia degli ultimi ventitré anni è stata una storia delle urla di agonia di uomini e donne.
*Esorto il popolo del Bangladesh dovunque siate e con qualsiasi [arma] abbiate, a resistere contro l'esercito di occupazione fino alla fine. La nostra lotta dovrà continuare finché l'ultimo soldato dell'esercito di occupazione pakistano non venga espulso dalla terra del Bangladesh. La vittoria finale sarà nostra.
*Signor [[Yahya Khan]], lei è il presidente del Pakistan. Venga, sia testimone del modo disumano in cui il popolo del mio Bengala viene massacrato, del modo in cui le madri della mia terra vengono private dei loro figli.
 
24 187

contributi