Differenze tra le versioni di "Giorgio Gaber"

sistemo
(sistemo)
(sistemo)
*''Il percorso normale della [[conoscenza]] | è come non lo usassimo più. | Il percorso del pensiero | che ogni giorno diventa più avaro.'' (da ''Occhio, cuore, cervello'', n. 5)
 
===''Il grigioGrigio''===
'''Etichetta''': Carosello, 1988.
 
*''Un uomo sapiente può godere l'intero spettacolo del mondo soltanto con l'aiuto dei sensi e del pensiero''. (atto I, quadro IV)
 
*'' ''"Il pensare''"... sì, il pensiero in sé, senza farci niente di utile..., che godimento. Peccato che non ti paga nessuno per pensare. «Ho pensato otto ore»... Ee chi ti crede?... In India,... in India ti credono.'' (atto I, quadro IV)
 
*''Il mio orgoglio non è amore per me stesso. Se mi amassi non mi prenderei a calci come faccio. Il mio orgoglio è... è per come si dovrebbe essere. Il mio orgoglio è lo schifo di tutto e di tutti. Di te, ma anche di me... di me un po' meno.'' (atto II, quadro I)
 
===''Il teatro canzone''===
'''Etichetta''': Carosello, 19911992.
 
*''Ci dev'essere uno strano godimento a sentirsi inutili, perché sono tutti più allegri, più ottimisti e tutti via a sciare, e vela, windsurf, equitazione, golf…golf... bello! Secondo me per essere bravi in quegli sport lì non è che bisogna essere proprio imbecilli, però aiuta!'' (da ''Gli inutili'', disco 1, n. 3)
*''Qualcuno era comunista perché [[Enrico Berlinguer|Berlinguer]] era una brava persona; qualcuno era comunista perché [[Giulio Andreotti|Andreotti]] non era una brava persona''. (da ''Qualcuno era comunista'', disco 2, n. 8)
*''Qualcuno era comunista perché abbiamo avuto il peggiore Partito Socialista d'Europa.'' (da ''Qualcuno era comunista'', disco 2, n. 8)
*''Qualcuno era comunista perché credeva di poter essere vivo e felice solo se lo erano anche gli altri.'' (da ''Qualcuno era comunista'', disco 2, n. 8)
 
===''E pensare che c'era il pensiero''===
'''Etichetta''': GIOM - Carosello, 1995.
 
*''Senza cattive o buone azioni, | senza altre strane deviazioni, | che se anche il fiume le potesse avere, | andrebbe sempre al mare. Così vorrei amare.'' (da ''Quando sarò capace di amare'', disco 2, n. 6)
*''Bisogna assolutamente trovare il coraggio di abbandonare i nostri meschini egoismi e cercare un nuovo slancio collettivo magari scaturito proprio dalle cose che ci fanno male, dai disagi quotidiani, dalle insofferenze comuni, dal nostro rifiuto! Perché un uomo solo che grida il suo no, è un pazzo. Milioni di uomini che gridano lo stesso no, avrebbero la possibilità di cambiare veramente il mondo.'' (da ''Mi fa male il mondo (seconda stagione)'', disco 2, n. 8)
*''Senza cattive o buone azioni, senza altre strane deviazioni, che se anche il fiume le potesse avere, andrebbe sempre al mare. Così vorrei amare.'' (da ''Quando sarò capace di amare'')
 
===''Gaber 96/97''===
'''Etichetta''': GIOM GIOM-CD 01, 1996.
*''Sarei certo di cambiare la mia vita se potessi cominciare a dire noi.'' (da ''Canzone dell'appartenenza'')
*''L'appartenenza non è lo sforzo di un civile stare insieme non è il conforto di un normale voler bene l'appartenenza è avere gli altri dentro di sé.'' (da ''Canzone dell'appartenenza'')
*''L'appartenenza è un'esigenza che si avverte a poco a poco si fa più forte alla presenza di un nemico, di un obiettivo o di uno scopo.'' (da ''Canzone dell'appartenenza'')
 
*''L'appartenenza | non è lo sforzo di un civile stare insieme, | non è il conforto di un normale voler bene, | l'appartenenza | è avere gli altri dentro di sé.'' (da ''Canzone dell'appartenenza'', n. 6)
===''Gaber 1999/2000''===
*''L'appartenenza | è un'esigenza che si avverte a poco a poco | si fa più forte alla presenza di un nemico, di un obiettivo o di uno scopo.'' (da ''Canzone dell'appartenenza'', n. 6)
'''Etichetta''': –, 2000
*''Sarei certo di cambiare la mia vita se potessi cominciare a dire noi.'' (da ''Canzone dell'appartenenza'', n. 6)
*''Ma io ti voglio dire che non è mai finita che tutto quel che accade fa parte della vita.'' (da ''Verso il terzo millennio'')
 
===''La mia generazione ha perso''===
'''Etichetta''': CGD East West, 2001.
 
*''Ma io ti voglio dire | che non è mai finita, | che tutto quel che accade | fa parte della vita.'' (da ''Verso il terzo millennio'', n. 2)
*''La mia generazione ha visto | le strade, le piazze gremite | di gente appassionata, | sicura di ridare un senso alla propria vita. | Ma ormai son tutte cose del secolo scorso: | la mia generazione ha perso''. (da ''La razza in estinzione'', n. 5)
*''L'obeso è l'infinito | di un Leopardi americano''. (da ''L'obeso'', n. 11)
 
===''Io non mi sento italiano''===
'''Etichetta''': CGD East West, 2003.
 
*''L'importante è insegnare quei valori | che sembrano perduti, | con il rischio di creare nuovi disperati''. (da ''Il tutto è falso'', n. 1)
*''Io non mi sento italiano, ma per fortuna o purtroppo lo sono.'' (da ''Io non mi sento italiano'')
*''Il falso è misterioso | e assai più oscuro | se è mescolato | insieme a un po' di vero''. (da ''Il tutto è falso'', n. 1)
*''Mi scusi Presidente | ma questo [[Italia|nostro Stato]] | che voi rappresentate | mi sembra un po' sfasciato. | È anche troppo chiaro | agli occhi della gente | che tutto è calcolato | e non funziona niente.'' (da ''Io non mi sento italiano'')
*''Non insegnate ai bambini, | non divulgateinsegnate la illusionivostra socialimorale: | nonè glitroppo riempitestanca ile futuromalata di| vecchipotrebbe idealifar male''. (da ''Non insegnate ai bambini'', n. 2)
*''Abbiamo fatto l'[[Europa]], ora facciamo anche l'Italia''. (da ''Io non mi sento italiano'')
*''IlNon falsoinsegnate èai misteriosobambini, e| assainon piùdivulgate oscuroillusioni sesociali, mescolato| insiemenon agli unriempite po'il futuro | di verovecchi ideali''. (da ''IlNon tuttoinsegnate èai falsobambini'', n. 2)
*''L'unica cosa sicura è tenerli lontano | dalla nostra cultura''. (da ''Non insegnate ai bambini'', n. 2)
*''L'importante è insegnare quei valori che sembrano perduti, con il rischio di creare nuovi disperati''. (da ''Il tutto è falso'')
*''C'èStategli un'[[aria]],sempre un'ariavicini, ma| undate fiducia all'ariaamore, |il cheresto mancaè l'arianiente''. (da ''C'èNon un'ariainsegnate ai bambini'', n. 2)
*''Non insegnate ai bambini |Io non insegnatemi lasento vostra moraleitaliano, | èma troppoper stancafortuna eo malatapurtroppo |lo potrebbe far malesono.''. (da ''NonIo insegnatenon aimi bambinisento italiano'', n. 3)
*''Mi scusi Presidente | ma questo [[Italia|nostro Stato]] | che voi rappresentate | mi sembra un po' sfasciato. | È anche troppo chiaro | agli occhi della gente | che tutto è calcolato | e non funziona niente.'' (da ''Io non mi sento italiano'', n. 3)
*''Non insegnate ai bambini | non divulgate illusioni sociali | non gli riempite il futuro di vecchi ideali''. (da ''Non insegnate ai bambini'')
*''L'unicaAbbiamo cosafatto sicural'[[Europa]], è| tenerlifacciamo lontanoanche dalla nostra cultural'Italia''. (da ''NonIo insegnatenon aimi bambinisento italiano'', n. 3)
*''StategliC'è sempreun'[[aria]], viciniun'aria, datema fiducia allun'amorearia il| restoche èmanca nientel'aria''. (da ''Non insegnateC'è ai bambiniun'aria'', n. 9)
 
===Singoli===
{{Pedia|Anni affollati||(1981)}}
{{Pedia|Gaber (album)|''Gaber''|(1984)}}
{{Pedia|Il teatro canzone||(1992)}}
{{Pedia|E pensare che c'era il pensiero (1995)|''E pensare che c'era il pensiero''|(1995)}}
{{Pedia|La mia generazione ha perso||(2001)}}
 
{{DEFAULTSORT:Gaber, Giorgio}}