Differenze tra le versioni di "Bernardo Valli"

1 457 byte aggiunti ,  2 anni fa
*George W. Bush, come Ariel Sharon, rifiutava di parlare con Arafat. Lo riteneva responsabile del terrorismo e non lo considerava un interlocutore valido. La scomparsa del raìs dalla scena politica e la simultanea supposta disponibilità di Bush potrebbero consentire una ripresa non solo del dialogo ma anche di veri negoziati. L'ostacolo del logoro, tenace Arafat è caduto. E i dirigenti che dovrebbero succedergli sono più che disponibili.
*Se Ariel Sharon persiste nel rifiutare al raìs una tomba a Gerusalemme, nella moschea di Al Aqsa, dove lui voleva essere sepolto, ci potrebbe essere la prima fiammata del dopo Arafat.
 
{{Int|1=Da [http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2007/12/29/la-polveriera-pakistan.html?ref=search ''La polveriera di Pakistan'']|2=''la Repubblica'', 29 dicembre 2007}}
*Il [[Pakistan]] non è un paese come gli altri. È unico. È un paese musulmano dotato di armi nucleari. Il solo.
*Il Pakistan rappresenta da tempo un'incognita. La sua immagine è quella di un paese con due volti: talvolta prevale quello che esprime stabilità militaresca in una regione tormentata; talvolta quello che al contrario annuncia, minaccia esplosioni di fanatismo capaci di sconvolgere ancor più la già traumatizzata regione.
*L'amministrazione Bush puntava su [[Benazir Bhutto]] per ricondurre il paese a una decente democrazia, dopo lo strappo autoritario di [[Pervez Musharraf]]. L'ideale sarebbe stata un'intesa, un compromesso tra i due. Il compromesso, che avrebbe meritato l'aggettivo di storico, è stato cancellato dal kamikaze. Ora i sostenitori della Bhutto vedono in Musharraf l'istigatore dell'assassinio. Non sarà facile disinnescare le passioni.
*Dopo la morte di Benazir Bhutto, agli americani resta un solo personaggio su cui puntare: il discreditato Musharraf. Hamid Karzai, il presidente afghano, contava su Benazir Bhutto per migliorare le relazioni con il Pakistan. Con Pervez Musharraf il dialogo non è mai stato disteso. È stato spesso appesantito dai reciproci sospetti. Insomma un rapporto avvelenato dalla diffidenza.
 
{{Int|1=Da [http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2009/02/18/processo-ai-khmer.html?ref=search ''Processo ai Khmer'']|2=''la Repubblica'', 18 febbraio 2009}}
13 432

contributi