Differenze tra le versioni di "Václav Havel"

m
nessun oggetto della modifica
m
*La [[magistratura]] è il potere dei senza potere.<ref>Citato in ''Toghe rotte'', a cura di Bruno Tinti, Chiarelettere, Milano, 2007. ISBN 9788861900301</ref>
*Quando il patriota ceco non ha abbastanza coraggio (e senza coraggio il vero spirito critico è chiaramente impensabile) di guardare in faccia il presente, crudele ma aperto, di riconoscerne tutti gli aspetti problematici e di trarne senza riguardo le dovute conseguenze, pur se rivolte contro il proprio gruppo, si volge verso un passato migliore ma ormai chiuso, un passato nel quale si era tutti uniti.<ref>Da ''Le illusioni di Kundera'', Lettera internazionale: rivista trimestrale europea. II trimestre, 2008, p. 42.</ref>
*«Questa {{NDR|[[Praga]]}} è stata una città di libri e conversazioni. Bastava una vinarna {{NDR|mescita di vino}} per trovare idee e coraggio contro la dittatura. Ora c’èc'è la democrazia, e la benedico. Ma quelle idee, quel coraggio e quei libri, temo, non li vedremo più.<ref>Citato in [[Beppe Severgnini]], ''Film, letteratura e tv: nella città che resiste'', ''Corriere della Sera'', 17 gennaio 2018, p. 17.</ref>
 
==Note==