Differenze tra le versioni di "Satira"

250 byte aggiunti ,  2 anni fa
+1
(→‎Citazioni: aggiunta)
(+1)
*La sinistra ama la satira, no? L’ha fatta con meravigliosa crudeltà anche autocritica ai tempi del ''Male'' che aspettavo di leggere con ansia. Oggi tutto ciò è solo un ricordo e la satira si accetta solo se è rivolta ai nemici. ([[Tommaso Labranca]])
*Lo scrittore satirico è, comunemente, come la luna, un corpo opaco destinato a dar luce, ed è forse il solo di cui a ragione si possa dire che dà quello che non ha. Quello stesso dono naturale di vedere le cose tali e quali sono, e di notare in esse il lato brutto prima che quello bello, di solito è il loro tormento. ([[Mariano José de Larra]])
*– Ma guardi la satira veramente corrosiva è sempre meglio della forza fisica.<br />– Ah, ma la forza fisica va sempre meglio coi nazisti. Perché è difficile satireggiare un tizio con le svastiche addosso. (''[[Manhattan (film)|Manhattan]]'')
*Ogni satira è cieca verso le forze che si liberano nello sfacelo. ([[Theodor Adorno]])
*Quell'acrimonia stessa, quella mordacità gioiosa che così spesso sogliono suscitare la gioia degli altri, in lui, nel satirico, è la fredda impassibilità dello specchio che riproduce le figure non solo senza goderne, ma talvolta anche appannandosi. ([[Mariano José de Larra]])