Apri il menu principale

Modifiche

 
==Citazioni di Anton Čechov==
*Che cosa accadrebbe se si tagliasse il naso dipinto a uno dei volti e lo si sostituisse con un naso vero? Il naso sarebbe [[realismo|realistico]], ma il quadro sarebbe rovinato. (dalle prove de ''Il gabbiano'', Teatro d'Arte di Mosca, 11 settembre 1898<ref>Citato in Luigi Allegri, ''[https://books.google.it/books?id=OByODAAAQBAJ Prima lezione sul teatro]'', Laterza. ISBN 9788858103852</ref>)
*Che [[fortuna]] possedere una grande [[intelligenza]]: non ti mancano mai le sciocchezze da dire.<ref name=quaderni>Dai ''Quaderni''</ref>
*Bisogna liberare gli uomini dal gravoso lavoro fisico. Bisogna alleggerire il loro giogo, dar loro un po' di respiro, perché non passino tutta la loro vita accanto alla stufa, presso i trogoli e nei campi, ma abbiano pure il tempo di pensare all'anima, a Dio, e possano manifestare più ampiamente le loro qualità morali.<ref name=civiltacattolica04>Da ''La casa col mezzanino''; citato in Ferdinando Castelli S.I., ''La rassegnata disperazione di Anton P. Cechov'', ''La Civiltà cattolica'', anno 155, volume I, quaderno 3685, 3 gennaio 2004, p. 38.</ref>)
13 781

contributi