Differenze tra le versioni di "Mario Capanna"

m
sistemo
(wlink)
m (sistemo)
*{{NDR|Su [[Leonardo Sciascia]]}} Sentirti dire oggi che sei stufo di parlare di mafia mi sorprende. Sei stato proprio tu a insegnare che il silenzio è la prima forma di complicità.<ref>Citato in ''[http://www.archiviolastampa.it/component/option,com_lastampa/task,search/mod,libera/action,viewer/Itemid,3/page,2/articleid,0956_01_1988_0041_0002_12946645/ Capanna incita Sciascia "Non tacere sulla mafia"]'', ''La Stampa'', 21 febbraio 1988.</ref>
*{{NDR|Sulla possibilità di evitare la [[Guerra del Golfo]]}} Finora i governi si sono comportati all'opposto, badando solo ai preparativi bellici, determinando una situazione che ha indotto il segretario dell'ONU Pérez de Cuéllar a parlare di "rischio di guerra mondiale".<ref>Dalla lettera a [[Giovanni Paolo II]], citato in ''[http://www.archiviolastampa.it/component/option,com_lastampa/task,search/mod,libera/action,viewer/Itemid,3/page,5/articleid,0917_01_1990_0230_0005_12599277/ Capanna:Santità intervenga]'', ''La Stampa'', 3 ottobre 1990.</ref>
*{{NDR|Sull'esame di maturità e la riforma scolastica}} Adesso l'esame di maturità mi sembra anacronistico, anche un po' aleatorio. Interrogati da professori che non conoscono l'alunno su materie sorteggiate. La riforma può essere un passo avanti, per togliere soprattutto quel rischio: di giocarsi una carriera in mezz'ora, davanti a troppi visi sconosciuti.<ref>Citato in ''[http://www.archiviolastampa.it/component/option,com_lastampa/task,search/mod,libera/action,viewer/Itemid,3/page,11/articleid,0850_01_1992_0329_0011_25230471/ Dopo 23 anni è ora di cambiare]'', ''La Stampa'', 1°º dicembre 1992.</ref>
*{{NDR|Sulla decisione di non candidarsi alle elezioni}} Non mi sono ripresentato alle ultime elezioni per una scelta ben precisa. Almeno un pazzo, mi sono detto, non si deve avvitare alla poltrona per tutta la vita. E così ho fatto. Senza, per la verità, avere un gran seguito.<ref>Citato in ''[http://www.archiviolastampa.it/component/option,com_lastampa/task,search/mod,libera/action,viewer/Itemid,3/page,2/articleid,0770_01_1993_0008_0002_10861395/ Il nuovo volto di Capanna "opinionista" sul Giorno]'', ''La Stampa'', 9 gennaio 1993.</ref>
*{{NDR|Sul ruolo di [[Giuliano Ferrara]] nel movimento studentesco}} Lui c'era con noi, lo testimonia una foto: stava scappando durante le cariche. Si dice pentito, che se tornasse indietro non parteciperebbe.<ref>Citato in ''[http://www.archiviolastampa.it/component/option,com_lastampa/task,search/mod,libera/action,viewer/Itemid,3/page,21/articleid,0548_01_1998_0141_0025_7302768/ E Capanna rilancia "Il 68 non chiede scusa ma accusa"]'', ''La Stampa'', 25 maggio 1998.</ref>
*{{NDR|Sul divieto di fumo impostogli in una trasmissione televisiva}} È stato violato il mio diritto costituzionale, voglio una riparazione. Mi dichiaro prigioniero politico di Telelombardia.<ref>Citato in ''[http://www.archiviolastampa.it/component/option,com_lastampa/task,search/mod,libera/action,viewer/Itemid,3/page,19/articleid,0160_01_2003_0126_0019_1079202/ Il Sessantotto di Capanna: "Occupo Telelombardia"]'', ''La Stampa'', 9 maggio 2003.</ref>
*{{NDR|Rivolgendosi a [[Emanuele Severino]]}} Lei sa che molti critici dicono: Severino è geniale, però dice delle cose che non stanno né in cielo né in terra. E così continuano a dormire tranquilli nella notte. Molto spesso è l’atteggiamentol'atteggiamento degli ipocriti, degli ignoranti.<ref>Citato in Mario Capanna, "''Coscienza globale"'', Baldini e Castoldi, 2006.</ref>
*{{NDR|Sul movimento degli indignati}} Se questo movimento regge nel tempo e non si dissolve rapidamente, come capitato ad altri movimenti negli anni scorsi, può essere una pagina importante di cambiamento.<ref>Dall'intervista di Giovanni Nuscis, ''[https://it.paperblog.com/intervista-a-mario-capanna-di-michael-pontrelli-633638/ Intervista a Mario Capanna]'', ''Paperblog.com'', 15 ottobre 2011.</ref>
*{{NDR|Sulla condanna a [[Silvio Berlusconi]]}} Considero Berlusconi un avversario politico, non un nemico al quale non lasci scampo. Di fronte alla condanna, che considero ovviamente strafondata, ha prevalso il sentimento della pietas, l'aspetto umano.<ref>Dall'intervista di Alberto Custodero, ''[http://www.repubblica.it/politica/2013/08/06/news/mario_capanna_berlusconi_venga_da_noi_per_i_lavori_socialmente_utili-64360530/ Mario Capanna "Berlusconi venga da noi per i lavori socialmente utili"]'', ''la Repubblica.it'', 6 agosto 2013.</ref>
*{{NDR|Su [[Matteo Renzi]]}} È uno che sta su un cavallo. Non sa da dove è partito né dove vuole andare, l’importantel'importante è continuare a galoppare, altrimenti finisce disarcionato.<ref name=Compleanno>Dall'intervista di Andrea Senesi, ''[http://www.corriere.it/politica/15_gennaio_07/capanna-70-anni-contestando-non-ho-telefonini-faccio-olio-9ecd128e-9649-11e4-9ec2-c9b18eab1a93.shtml Capanna, 70 anni contestando «Non ho telefonini, faccio olio»]'', ''Corriere della Sera.it'', 7 gennaio 2015.</ref>
*{{NDR|Sui lasciti del sessantotto}} Siamo stati in piccolo come la Rivoluzione francese. Dopo un po’po' è arrivata la Restaurazione. Ma attenzione, dopo la Restaurazione arrivano i moti del ‘48'48. La politica oggi non esiste più. Tutto è ridotto a finzione e simulazione. E anche la sinistra ha fallito quando è arrivata al governo e s’ès'è scoperta neoliberista.<ref name=Compleanno/>
*{{NDR|Sul referendum costituzionale del 2016}} Se avessi la possibilità voterei NO con due voti, non con uno. E'È ridicolo che il Senato venga ridotta ad una Camera di serie B, con consiglieri regionali e sindaci. E poi c'è un'altra cosa. Ricordate la legge di [[Alcide De Gasperi|De Gasperi]] del 1953, che venne chiamata '"legge truffa'"? Ecco, la legge elettorale di [[Matteo Renzi|Renzi]] è una supertruffa, perché con l'Italicum basta che un partito prenda anche solo il 23% che poi al ballottaggio può prendere la maggioranza assoluta. Così abbiamo voti di serie A e voti di serie B: chi vota per i vincitori avrà un voto doppio, mentre gli altri avranno un voto dimezzato.<ref>Dall'intervista al programma radiofonico "''Un giorno da pecora",''; citato in ''[http://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2016/10/13/capanna-matti-gli-ex-68-per-il-si_6c2640cc-e61d-46b8-a5ac-eec606f34456.html Referendum: Mario Capanna, "matti" gli ex '68 per il Sì]'', ''Ansa.it'', 13 ottobre 2016.</ref>
*{{NDR|Su [[Paolo Gentiloni]] e la sua partecipazione al movimento studentesco}} Gentiloni giovane aveva la stessa cifra del Gentiloni di oggi. Un uomo che sta dietro le quinte, che non ha un grande carisma. Un amico di Morfeo.<ref name=Corriere>Dall'intervista di Alessandro Trocino, ''[http://www.corriere.it/la-crisi-di-governo/notizie/negli-anni-70-paolo-era-noi-ma-neanche-mi-accorsi-lui-742288ca-c121-11e6-ba45-25063c27d0aa.shtml Gentiloni, Mario Capanna: «Negli anni 70 Paolo era con noi ma neanche mi accorsi di lui»]'', ''Corriere della Sera.it'', 13 dicembre 2016.</ref>
*{{NDR|Sulla figura politica di Paolo Gentiloni}} Ormai è il clone di [[Matteo Renzi|Renzi]]. Che parabola per chi ha fatto il [[Sessantotto|‘68]]. Sarà stato il richiamo della foresta. Del resto se ti chiami Silverj, discendente dei Conti di Filottrano, di Cingoli e di Macerata, e hai rinnegato la tua classe, torni indietro. Poi Roma è corruttrice. Con i suoi salotti, i [[Chicco Testa]], i [[Ermete Realacci|Realacci]], i [[Francesco Rutelli|Rutelli]]. La [[Democrazia Cristiana|Dc]].<ref name=Corriere/>
*{{NDR|Sulla richiesta di modifica della legge sui vitalizi che Capanna percepisce}} La tragedia della stupidaggine è tutta del [[Partito Democratico|Pd]]. Facendo questo provvedimento di quello scimunito di [[Roberto Giachetti|Giachetti]] si è portata acqua al mulino del M5S, che giustamente ha brindato alla Camera. Roba da mentecatti politici come [[Matteo Richetti|Richetti]]. [...] Il vitalizio non è un privilegio. Il metodo retributivo è giusto, la pensione va calcolata sull’ultimosull'ultimo stipendio. Non si era mai visto un provvedimento retroattivo. Non so quanto perdo, non me ne preoccupo. Soprattutto perché non passerà al Senato e sicuramente verrà bocciata dalla Corte Costituzionale.<ref>Dall'intervista al programma radiofonico "''La Zanzara",''; citato in ''[https://www.ilfattoquotidiano.it/2017/07/31/vitalizi-mario-capanna-una-fregnaccia-roba-da-mentecatti-politici-come-richetti-e-scimuniti-come-giachetti/3766603/ Vitalizi, Mario Capanna: “Una fregnaccia, roba da mentecatti politici come Richetti e scimuniti come Giachetti”]'', ''Il Fatto Quotidiano.it'', 31 luglio 2017.</ref>
 
{{Int|Da ''[http://www.archiviolastampa.it/component/option,com_lastampa/task,search/mod,libera/action,viewer/Itemid,3/page,16/articleid,0655_01_1996_0221_0016_14620191/ "Io lo difendo: la responsabilità è nell'indifferenza d'Occidente]''|Intervista di Giovanni Cerruti, ''La Stampa'', 12 agosto 1996.}}
 
{{Int|Da ''[http://www.polisblog.it/post/1336/intervista-mario-capanna-il-68-ed-il-futuro-dei-movimenti Intervista: Mario Capanna, il '68 ed il futuro dei movimenti]''|''Polisblog.it'', 24 giugno 2008.}}
*{{NDR|Sull'analogia tra movimento del '68 e rivoluzione culturale cinese}} All’epocaAll'epoca, quando gli avvenimenti erano in corso, molti dentro il movimento coglievano l’aspettol'aspetto, che pure c’erac'era, di un popolo che si muoveva per fare un ulteriore passo avanti: il famoso “bombardate il quartier generale”, che era il quartier generale dello stesso Partito Comunista Cinese.
*{{NDR|Sul legame tra movimento del '68 e movimento del '77}} Come tutti i fatti che si susseguono nella storia è inevitabile un legame di successione, ma si tratta di una cosa del tutto diversa. Dieci anni sono tanti nello scorrere del tempo. Il tratto di continuità che vedo tra i due periodi è rappresentato, a mio avviso, da una grande ansia di autodeterminazione dei giovani. Un' ansia che, nel '77, è stata però castrata dalla forbice che vedeva il terrorismo da un lato e la repressione di Stato dall'altra. Da qui è scaturita anche la difficoltà del movimento del '77 nello svilupparsi. Infatti è durato molto poco. Ho sempre, però, ritenuto sbagliata e infondata l'equazione '77 uguale terrorismo.
*{{NDR|Sulla [[strage di piazza Fontana]]}} E’È importante ricordare che il primo atto di terrorismo in questo paese viene compiuto dallo Stato, con la strage di Piazza Fontana. Quest’episodioQuest'episodio viene visto dal Paese come il tentativo di ricacciare indietro tutto. E’È lo spartiacque che segna l’iniziol'inizio di una fase completamente diversa, che è la fase della violenza degli anni ’70'70.
*{{NDR|Sulle degenerazioni del movimento del '68}} E’È innegabile che il ’68'68 per lunghi mesi nasce e si mantiene rigorosamente pacifico e non violento. Basta sfogliare i giornali di quegli anni per verificarlo. Non va mai dimenticato che le prime forme di violenza si inoculano quando comincia la repressione di Stato e fascista. Da quel momento si sono verificati, in alcune situazioni, anche degli eccessi di autodifesa. E questo appartiene a parte degli errori dello sviluppo del ’68'68. In ogni caso, il 68 non ha mai ucciso nessuno. Questo si tende a dimenticarlo, ma è decisivo. La repressione che questo movimento ha dovuto subire è stata invece sistematica, con stragi, eccidi, assassinii.
 
{{Int|Da ''[https://www.informacibo.it/a/capanna-chicco246059.pdf Mario Capanna il Sessantotto e il Movimento 5 Stelle]''|''Gazzetta di Parma'', 11 marzo 2013.}}
*{{NDR|Sull'appoggio al [[Movimento 5 stelle]] da parte di [[Dario Fo]]}} Dario è sempre stato dalla parte del cambiamento, della non rassegnazione. Quell’artistaQuell'artista geniale che tutti sanno che è, ha sempre dimostrato sensibilità e attenzione ai fenomeni nuovi, e non mi meraviglio che abbia spezzato una lancia a favore del 5 Stelle, rientra nella sua natura.
*{{NDR|Sulla possibilità della democrazia diretta dell'elettore nel Movimento 5 stelle}} Per adesso il cittadino che ha votato 5 Stelle ha scelto una forma inedita di delega, ma che sempre delega è: io voto per [[Beppe Grillo]] e i suoi candidati sconosciuti poiché immagino, o spero, che la delega che io cittadino arrabbiato vi do, la possiate usare in modo più efficace rispetto a quanto hanno fatto le vecchie cariatidi.
*{{NDR|Sull'analogia tra movimento del '68 e Movimento 5 stelle}} Per prima cosa eviterei i paragoni con il passato e misurerei il fenomeno 5 Stelle con il futuro. Non è un Sessantotto, mancano sia le condizioni internazionali d'allora, sia quei fermenti di partecipazione democratica diretta che attraversavano ogni scuola, ogni fabbrica, ogni ufficio, ogni professione.
*{{NDR|Sulla crisi economica}} Siamo di fronte ad una crisi evidentissima del capitalismo finanziario, che è all'origine della crisi complessiva.
 
{{Int|Da ''[http://genova.repubblica.it/cronaca/2016/04/14/news/capanna_la_sinistra_lascia_i_vuoti_inventate_i_vostri_anni_formidabili_-137652969/ Capanna: "La sinistra lascia i vuoti, inventate i vostri anni formidabili"]''|Intervista di Wanda Valli, ''la Repubblica.it'', 15 aprile 2016.}}
*{{NDR|Sulla contestazione studentesca di destra}} Oggi c'è una debolezza generale della sinistra, c'è il Paese guidato da un governo che attua politiche neo liberiste alla [[Tony Blair]] e, di fatto, basta pensare all'abolizione dell'articolo 18, diventa la prosecuzione di un governo tatcheriano. Tutto si riflette in una ulteriore debolezza della sinistra giovanile nelle scuole, nei licei e all'Università.
*{{NDR|Sull'utilizzo dei social media}} Il mondo legato a Internet ha molti pregi da sfruttare, purché si sia ben consapevoli dei rischi. Il pregio maggiore è l'immediatezza comunicativa: il messaggio che arriva subito ai suoi tantissimi destinatari.
{{Int|Da ''[https://www.vanityfair.it/news/politica/16/04/22/intervista-mario-capanna-pensioni-75-anni Mario Capanna: «Le pensioni a 75 anni? I 30enni si devono svegliare!»]''|Intervista di Luciana Grosso, ''Vanity fair'', 22 aprile 2016.}}
*{{NDR|Sulle spese militari}} Abolendo quelle si avrebbero risparmi per miliardi di euro, soldi che, per esempio, potrebbero essere messi a bilancio per le pensioni e dare sollievo a tutti.
*{{NDR|Sulla crisi pensionistica nata dal passato}} A mandare a gambe all’ariaall'aria il sistema non sono state le pensioni dei lavoratori comuni, che hanno lavorato, pagato i contributi e maturato un diritto. Il problema sono gli abusi, come le pensioni d’orod'oro di banchieri e commis di Stato, che prendono assegni da favola assolutamente non corrispondenti al loro lavoro.
*{{NDR|Sull'organizzazione della protesta contro il sistema da parte di una generazione}} Deve organizzarsi, andare in piazza e urlare a gran voce. Deve occuparsi della polis. Noi lo abbiamo fatto, dovrebbero farlo anche i nostri figli.
*{{NDR|Sulla riforma dell'età pensionabile e i giovani}} Io sto contro un sistema che li costringe a lavorare in questo modo, li costringerà a andare a lavorare col bastone e, nel frattempo fa arricchire le banche e le assicurazioni con il sistema delle pensioni integrative.
*{{NDR|Sul suo vitalizio da politico}} L’hoL'ho avuto a sessant’annisessant'anni, come tutti, e ho fatto il mio lavoro per averla.
 
{{Int|Da ''[http://www.benecomune.net/rivista/numeri/aprile-2017-a-pensieri-estremi/intervista-a-mario-capanna-il-pensiero-come-antidoto-ad-ogni-fondamentalismo/ Intervista a Mario Capanna: “Il pensiero come antidoto ad ogni fondamentalismo”]''|Intervista di Fabio Cucculelli, ''Benecomune.net'', 27 aprile 2017.}}
*Alla [[prepotenza]] non va, dunque, opposta altra prepotenza, ma l’equilibriol'equilibrio, che è la sua vera alternativa.
*{{NDR|Sui migranti e i profughi}} Dopo aver loro portato la guerra e averli ridotti in miseria, vorremmo che non venissero a disturbarci tra lo sfavillio di vetrine delle nostre città. “Ragionamenti”"Ragionamenti" da cerebrolesi.
*Il [[fondamentalismo]] produce mostri ed è, per sua intrinseca logica, negativo. Ogni fondamentalismo presume di avere il possesso della verità, non riconoscendola a nessun altro. Guardiamo la storia: è il fondamentalismo dell’Occidentedell'Occidente che ha suscitato e alimenta oggi quello islamico.
*L’alternativaL'alternativa al profitto esiste, ed è operante. Le produzioni e i commerci equi e solidali si basano sull’onestosull'onesto guadagno, ripartito, senza sfruttamento, tra chi produce, chi trasforma, chi trasporta, chi distribuisce e vende.
*Se sai, nessun potere esterno potrà costringerti. Al contrario se non sai, finirai preda del primo demagogo di turno.
*Un pensiero o è vero o è infondato. O è agganciato alla realtà oppure ne costituisce il travisamento. Il fondamentalismo, in ogni sua variante, è il tradimento del pensiero reale, proprio perché, nella sua unilateralità, si preclude la visione effettiva delle cose e delle loro interrelazioni.
 
==Citazioni su Mario Capanna==
*Quando le rivoluzioni finiscono lasciano dietro solo una schiera di reduci e di burocrati. Noi abbiamo avuto una specie di rivoluzione, il mitizzato ‘68'68, che si è lasciata alle spalle un impiegato fedele. Di più: un parastatale della rivolta, un ufficiale di scrittura di quegli anni «formidabili». Ogni volta che interviene dimostra che la sorte di chi si è ribellato troppo è la sottomissione a un’ideaun'idea fissa. ([[Aldo Grasso]])
*Un leader, insomma, della contestazione: senza le briglia, ma anche senza le difese degli apparati di partito, costretto sempre ad essere in prima fila, a sbagliare e a pagare di persona. ([[Giampaolo Pansa]])
 
==Altri progetti==
{{interprogetto}}
 
 
{{DEFAULTSORT:Capanna, Mario}}