Differenze tra le versioni di "Mario Capanna"

1 186 byte aggiunti ,  2 anni fa
(→‎Citazioni di Mario Capanna: aggiunta intervista)
*{{NDR|Sulla figura politica di Paolo Gentiloni}} Ormai è il clone di [[Matteo Renzi|Renzi]]. Che parabola per chi ha fatto il [[Sessantotto|‘68]]. Sarà stato il richiamo della foresta. Del resto se ti chiami Silverj, discendente dei Conti di Filottrano, di Cingoli e di Macerata, e hai rinnegato la tua classe, torni indietro. Poi Roma è corruttrice. Con i suoi salotti, i [[Chicco Testa]], i [[Ermete Realacci|Realacci]], i [[Francesco Rutelli|Rutelli]]. La [[Democrazia Cristiana|Dc]].<ref name=Corriere/>
*{{NDR|Sulla richiesta di modifica della legge sui vitalizi che Capanna percepisce}} La tragedia della stupidaggine è tutta del [[Partito Democratico|Pd]]. Facendo questo provvedimento di quello scimunito di [[Roberto Giachetti|Giachetti]] si è portata acqua al mulino del M5S, che giustamente ha brindato alla Camera. Roba da mentecatti politici come [[Matteo Richetti|Richetti]]. [...] Il vitalizio non è un privilegio. Il metodo retributivo è giusto, la pensione va calcolata sull’ultimo stipendio. Non si era mai visto un provvedimento retroattivo. Non so quanto perdo, non me ne preoccupo. Soprattutto perché non passerà al Senato e sicuramente verrà bocciata dalla Corte Costituzionale.<ref>Dall'intervista al programma radiofonico "La Zanzara", citato in ''[https://www.ilfattoquotidiano.it/2017/07/31/vitalizi-mario-capanna-una-fregnaccia-roba-da-mentecatti-politici-come-richetti-e-scimuniti-come-giachetti/3766603/ Vitalizi, Mario Capanna: “Una fregnaccia, roba da mentecatti politici come Richetti e scimuniti come Giachetti”]'', ''Il Fatto Quotidiano'', 31 luglio 2017.</ref>
 
{{Int|Da ''[http://www.archiviolastampa.it/component/option,com_lastampa/task,search/mod,libera/action,viewer/Itemid,3/page,16/articleid,0655_01_1996_0221_0016_14620191/ "Io lo difendo: la responsabilità è nell'indifferenza d'Occidente]''|Intervista di Giovanni Cerruti, ''La Stampa'', 12 agosto 1996.}}
*{{NDR|Sul ruolo politico dell'Italia nel processo di pace in Medio Oriente}} Non siamo la [[Germania]] o l'[[Inghilterra]], lontane dal Mediterraneo, e far progredire il processo di pace non è soltanto un interesse dell'Italia: lo è anche per minare alla radice ogni forma di tentazione terroristica che proviene dal Medio Oriente.
*{{NDR|Sul trattato di pace tra Israele e Palestina e [[Yasser Arafat]]}} Per come viene impostato il processo di pace l'obbligo è trasformare Arafat nel poliziotto del proprio popolo.
*{{NDR|Sulle difficoltà ad attuare il programma di pace}} Quella attuale è una democrazia esercitata in uno Stato che non c'è, e per la parte che esiste è a sovranità limitata. Una democrazia che non c'è non per colpa di Arafat o dei palestinesi, ma perché la pace non è stata impostata alla pari e il mondo opulento sta dalla parte degli occupanti.
 
{{Int|Da ''[http://www.polisblog.it/post/1336/intervista-mario-capanna-il-68-ed-il-futuro-dei-movimenti Intervista: Mario Capanna, il '68 ed il futuro dei movimenti]''|''Polisblog.it'', 24 giugno 2008.}}
6 865

contributi