Differenze tra le versioni di "Mario Capanna"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  2 anni fa
m
nessun oggetto della modifica
m
*{{NDR|Sul movimento studentesco del 1968}} In un grande movimento complesso e articolato come quello è normale, è successo anche alla [[Resistenza italiana|Resistenza antifascista]], che ci sia una larga maggioranza che lo porta avanti e ne moltiplica ulteriormente le proposte: il desiderio di solidarietà, di uguaglianza, di democrazia diretta; c'è poi una parte più piccola che si perde per strada, una parte che si ferma, una parte che addirittura va indietro. È normale, ma è una cosa evidente. Conquiste decisive come il divorzio o l'aborto, o come lo Statuto dei lavoratori, non sarebbero state raggiunte senza che nel '68 e '69 la cultura e il modo di sentire di milioni di persone non avessero subito un mutamento profondo e innovatore.<ref name=Intervista/>
*{{NDR|Su [[Leonardo Sciascia]]}} Sentirti dire oggi che sei stufo di parlare di mafia mi sorprende. Sei stato proprio tu a insegnare che il silenzio è la prima forma di complicità.<ref>Citato in ''[http://www.archiviolastampa.it/component/option,com_lastampa/task,search/mod,libera/action,viewer/Itemid,3/page,2/articleid,0956_01_1988_0041_0002_12946645/ Capanna incita Sciascia "Non tacere sulla mafia"]'', ''La Stampa'', 21 febbraio 1988.</ref>
*{{NDR|Sulla condanna a [[Silvio Berlusconi]]}} Considero Berlusconi un avversario politico, non un nemico al quale non lasci scampo. Di fronte alla condanna, che considero ovviamente strafondata, ha prevalso il sentimento della pietas, l'aspetto umano.<ref>Dall'intervista di Alberto Custodero, ''[http://www.repubblica.it/politica/2013/08/06/news/mario_capanna_berlusconi_venga_da_noi_per_i_lavori_socialmente_utili-64360530/ Mario Capanna "Berlusconi venga da noi per i lavori socialmente utili"]'', ''la Repubblica'', 6 agosto 2013.</ref>
"Berlusconi venga da noi per i lavori socialmente utili"]'', ''la Repubblica'', 6 agosto 2013.</ref>
*{{NDR|Su [[Matteo Renzi]]}} È uno che sta su un cavallo. Non sa da dove è partito né dove vuole andare, l’importante è continuare a galoppare, altrimenti finisce disarcionato.<ref name=Compleanno>Dall'intervista di Andrea Senesi, ''[http://www.corriere.it/politica/15_gennaio_07/capanna-70-anni-contestando-non-ho-telefonini-faccio-olio-9ecd128e-9649-11e4-9ec2-c9b18eab1a93.shtml Capanna, 70 anni contestando «Non ho telefonini, faccio olio»]'', ''Corriere della Sera'', 7 gennaio 2015.</ref>
*{{NDR|Sui lasciti del sessantotto}} Siamo stati in piccolo come la Rivoluzione francese. Dopo un po’ è arrivata la Restaurazione. Ma attenzione, dopo la Restaurazione arrivano i moti del ‘48. La politica oggi non esiste più. Tutto è ridotto a finzione e simulazione. E anche la sinistra ha fallito quando è arrivata al governo e s’è scoperta neoliberista.<ref name=Compleanno/>
6 865

contributi