Differenze tra le versioni di "Aldo Busi"

1 548 byte aggiunti ,  3 anni fa
*Stava seppellendo anche se stesso nella compostezza di quella ribellione solo interiore. (2014; p. 247)
*[...] a Angelo sembra di rifare cammini tracciati non più da lui, percorsi obbligati di una memoria che solo parzialmente gli appartiene. [...] Per questo non ha mai pensato di fare visita a Giorgina o a suo padre: erano due commiati irrigiditi che scavavano in lui continuamente alla ricerca impossibile di una carezza da dare, da ricevere. Due pensieri senza riposo, due nervosità inquiete nella sua carne viva, il contrario della polvere. Non si può andare a trovare qualcuno che ti abita dentro. (2014; pp. 260-261)
*Qualche ora lancinante così, senza poter spegnere la visionarietà delle cellule nervose dell'uomo solo in terrazza, istigato dal buio a guardare della sua vita la vita degli altri... cioè tutto ciò che intuisci ma non potrai vedere. (2014; p. 360)
*"Sarà con suo figlio" pensa Angelo... ecco che cominciano le preoccupazioni strutturalistiche in seno al sistema parentale, un inizio di disgusto preventivo a causa di questa voce del suo sangue che amplia a sempre più ''estranei'' il terrore di commettere un'aberrazione incestuosa; [...] e lui, Angelo, ha orrrore di tutti gli anelli della carne umana inanellatasi fra passato e presente perché nell'uno o nell'altro c'è attaccato anche lui, uno stesso cordone ombelicale... e se lui non isola l'uomo, non ne attracca il cazzo. Ogni riverbero di ''famiglia'' su un uomo paralizza ANgelo, da individuo quale brillava nel desiderio diventa un tassello nella griglia della mateira che si decompone dall'uno all'altro essere nel tempo, un pus a distanza ravvicinata, un magma di placente collegate in cui pescare un pezzo di carne già marcia, già appartenuta, già morta nell'attimo stesso in cui nasce o ne procrea un altro pezzo... (2014; pp. 374-375)
*Angelo, nei frangenti decisivi della vita, non si amava abbastanza. Per evitare contrattempi e ritorsioni e mancanza di franchezza, preferiva dire di avere la lebbra anziché nascondere un raffreddore. La cosa era anche di una comodità inaudita: nessuno avrebbe mai potuto incolparlo di avere preso da lui l'influenza. (2014; p. 418)
 
==[[Incipit]] di alcune opere==
198

contributi