Stato Islamico: differenze tra le versioni

Nessun cambiamento nella dimensione ,  4 anni fa
*Combattere l'ISIS a partire dalle fonti di denaro che lo armano: petrolio e immigrazione clandestina. ([[Matteo Salvini]])
*Credo che si debba schierare la comicità. Se parli con la violenza parli la loro lingua. Ma se ridi di loro, mentre vanno in giro facendo il passo dell'oca, allora gli togli potere. ([[Bono]])
*Pensiamo ai bambini che crescono in mezzo alle bestie di Raqqa! ([[Asma al-Assad]])
*[[Hamas]] è come l'ISIS. Sono due rami dello stesso albero velenoso. ([[Benjamin Netanyahu]])
*L'Isis è il male maggiore, la sua malvagità non si vedeva dal [[Medioevo]]. ([[Mike Pence]])
*{{NDR|A proposito della distruzione di antichi reperti archeologici}} Neppure il [[Nazismo]] si è spinto a tanto facendo violenza a testimonianze mute e inermi di civiltà. [...] La distruzione delle opere d'arte è puro e semplice crimine. ([[Vittorio Sgarbi]])
*Oggi l'obiettivo dello Stato islamico è la nostra implosione sociale. La sua speranza è che la crisi dell'accoglienza faccia da detonatore. Il califfo ha una logica stringente e una spiccata propensione per l'autolesionismo occidentale. Tifa per il suprematismo bianco, il parrucchino di Donald Trump, le banlieue in fiamme, le leggi speciali, le carceri nel deserto, le comunità chiuse, le moschee vietate, i burkini al bando. In tre parole: lo «scontro di civiltà». Concederglielo sarebbe fatale. ([[Corrado Formigli]])
*Pensiamo ai bambini che crescono in mezzo alle bestie di Raqqa! ([[Asma al-Assad]])
*Per fronteggiare l'Is occorre una coalizione internazionale come quella che si creò contro Hitler durante la Seconda Guerra mondiale. ([[Vladimir Putin]])
*Questi fanatici che dicono di agire per conto dell'Islam sono in realtà i primi nemici dell'Islam. Ero e resto fermamente convinta che la maggioranza dei musulmani non ritenga che sia impossibile coniugare la fede religiosa e la costruzione di una società sostanzialmente laica, plurale nelle sue espressioni politiche, culturali, di fede. La tolleranza e il rispetto delle diversità non sono affatto estranee alla millenaria cultura islamica. ([[Nawal al-Sa‘dawi]])
24 548

contributi