Differenze tra le versioni di "La gabbianella e il gatto"

m (Automa: Sostituzioni normali automatiche di errori "tipografici".)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
{{cronologico}}
*'''Kengah''': Che strani... che cosa sono tutti quei lenzuoli colorati sulle navi?<br/>'''Igor''': [[Bandiera|Bandiere]]. Gli umani le chiamano così. A ogni bandiera corrisponde una nazione e a ogni nazione una lingua diversa.<br/>'''Kengah''': Ah sì? E come fanno gli umani a capirsi tra di loro quando parlano?
*'''Kengah''': Con le ultime forze che mi restano, voglio cercare di deporre il mio uovo. Ma devo chiederti di farmi tre promesse.<br/>'''Zorba''': Uovo? Promesse? Ma lascia perdere. {{NDR|si accinge ad andarsene}}<br/>'''Kengah''': Io sto morendo! Non posso più aspettare, ti prego.<br/>'''Zorba''': Va bene, prometto, prometto. Ma che cosa?<br/>'''Kengah''': La prima promessa che ti chiedo, è di non magiare l'uovo.<br/>'''Zorba''': D'accordo, e che cos'altro?<br/>'''Kengah''': Poi, promettimi che ne avrai cura finché non nascerà il piccolo. E in ultimo, ti prego, promettimi che gli insegnerai a volare.<br/>'''Zorba''': Volare? Ma io sono un gatto.<br/>'''Kengah''': Però hai un cuore grande come quello di un gabbiano. FaiFarai ciò che ti ho chiesto.?<br/>'''Zorba''': Va bene, va bene, te lo prometto. Ora vado a cercare aiuto.
*'''Zorba''': Liberate i miei amici!<br>'''Grande Topo''': Non puoi! {{NDR|Zorba gli punta l'artiglio sulla gola}} D'accordo, puoi... Liberate il microbo... Anche il polletto.
*'''Fortunata''': Tu non sei la mia vera mamma, non è vero, Zorba?<br/>'''Zorba''': No, Fifì. La tua mamma era una gabbiana giovane e coraggiosa. Lei era leggera, elegante e nobile, come tutte le creature che sanno volare.<br/>'''Fortunata''': Ma io ho paura di volare.<br/>'''Zorba''': Non devi temere ciò che è nella tua natura, Fifì. Ti prometto, che quando sarai pronta, io sarò vicino a te.
*'''ZorbaFortunata''': Guarda.Tu Sinon vedesei illa cortilemia dovevera seimamma, natanon e là c'è ilvero, museo di Diderot.Zorba?<br/>'''FortunataZorba''': HoNo, tanta pauraFifì.<br/>'''Nina''': ForzaLa gabbianella,tua somamma cheera haiuna paura,gabbiana iogiovane none riesco neanche a guardare giùcoraggiosa. NonLei tiera dimenticareleggera, cheelegante tue hainobile, lecome [[Ala|ali]] e chi hatutte le alicreature nonche hasanno paura dell'altezza o di qualunque ostacolo possa incontrarevolare. Se hai le ali, non c<br/>'è''Fortunata''': nienteMa cheio puòho fermarti.paura Puoidi volare fino a lassù, fino alla luna. Vola piccolo gabbiano, vola.<br/>'''Zorba''': FalloNon perdevi noitemere gatti,ciò nonche abbiamoè mainella volatotua natura, Fifì. SiiTi tuprometto, ilche primoquando gattosarai volantepronta, io sarò vicino a te.<br/>'''Fortunata''': Ti voglio bene, Zorba.<br/>'''Zorba''': Anch'io, Fifì.voglio Coraggio,bene a tutti volavoi.
*'''Zorba''': Guarda. Si vede il cortile dove sei nata e là c'è il museo di Diderot.<br/>'''Fortunata''': Ho tanta paura...<br/>'''Nina''': Forza gabbianella, so che hai paura, io non riesco neanche a guardare giù. Non ti dimenticare che tu hai le [[Ala|ali]] e chi ha le ali non ha paura dell'altezza o di qualunque ostacolo possa incontrare. Se hai le ali, non c'è niente che può fermarti. Puoi volare fino a lassù, fino alla luna. Vola piccolo gabbiano, vola.<br/>'''Zorba''': Fallo per noi gatti, non abbiamo mai volato. Sii tu il primo gatto volante.<br/>'''Fortunata''': Ti voglio bene, Zorba.<br/>'''Zorba''': Anch'io, Fifì. Coraggio, vola.
 
==Voci correlate==
32

contributi